Lavoretti con i bambini: come fare i pesci d’aprile a molletta

Lavoretti con i bambini: come fare i pesci d’aprile a molletta.

Scherzi e pesci, domani è il primo aprile e così vi racconto come fare i pesci d’aprile a molletta da attaccare dietro alla schiena degli amichetti oppure da usare direttamente come spilletta sulla giacca per andare a lavorare e spiazzare colleghi e clienti con un po’ di umorismo :mrgreen:

Lo sapete che le tradizioni divertenti a me piacciono tanto anche al lavoro ci vuole un po’ di divertimento ogni tanto, non lasciamolo solo ai bambini ma torniamo un po’ bambini anche noi.

Ingredienti sempre a costo zero o quasi: sono fatti con le spille di legno piccoline, quelle lunghe 5 centimetri, cartone di recupero e pennarelli.

I pesciolini sono semplicemente disegnati a mano libera sul cartone, colorati e ritagliati, l’importante è che la lunghezza non superi i 4 centimetri totali, si possono fare le misure per i bimbi e poi lasciarli liberi di disegnarli e decorarli a piacere.

La targhettina con scritto “pesce d’aprile” facoltativa è proprio piccolina, tra 1 centimetro e 1,5 di lunghezza.

Lavoretti con i bambini: come fare i pesci d’aprile a molletta

Seguimi anche su Facebook:

Quando il pesce è finito si ritaglia anche la parte inferiore del corpo che poi finirà su ognuno dei “becchi” della mollettina, le due parti si possono incollare con la colla o con il biadesivo, stessa cosa per la targhetta se volete aggiungerla.

Dopo l’incollaggio il pesciolino è finito e pronto da pinzare a piacere.

GUARDA ANCHE:   Primitive Cape, ultima moda in lana d’Abruzzo

I bambini ne andranno matti e probabilmente anche i grandi, io di sicuro!

IMG_0404Lavoretti con i bambini: come fare i pesci d’aprile a molletta

Copyright © Alessia Gribaudi Tramontana

Vuoi pubblicare il mio craft sul tuo blog? Puoi ripubblicare i contenuti di questo post solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale, cioè puoi prendere UNA SOLA foto e un piccolo estratto di testo aggiungendo sempre un link cliccabile al mio articolo. Grazie.

Sono la felice proprietaria di alcuni blog, troppe passioni e di una famiglia di “tipi da spiaggia”!

Be first to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.