Un porta rotolo di carta igienica fatto di jeans riciclato!

Nel bagno dei bambini ho difficoltà a collocare il porta carta igienica e non voglio bucare le belle piastrelle, in più sono ruvide e con una superficie irregolare e quindi la colla millechiodi o il biadesivo forte non tengono…

Stavo cercando un’alternativa e ne ho vista una che faceva al caso mio, lho vista online qualche tempo fa e poi non ho più avuto tempo di mettermi al lavoro.

L’ho fatto ieri ed ecco che oggi vi mostro il risultato tutto di jeans.

Purtroppo non ho né foto né link del progetto originale, proprio non ricordo dove l’avevo visto ma era molto più “preciso” strutturato del mio, che invece è sempre molto “grunge” (mi piace definire così i miei piccoli lavori di cucito rifiniti poco e niente :mrgreen: ).

Nel bagno ho una scala di bambù per appendere gli asciugamani, per fortuna la scala è proprio nel punto strategico per appendere anche la carta igienica ma non sapevo come fare, finché non ho visto questa idea.

L’unico problema che ho rilevato, dopo averla provata, è che la carta genera attrito con la stoffa e il rotolo non scorre, la carta tende a rompersi.

Seguimi anche su Facebook:

Per risolvere la cosa basta cucire nella parte interna uno strato di tela cerata, che essendo bella liscia lascia scorrere perfettamente la carta, però io quando l’ho provato l’avevo già cucito, così devo trovare un’alternativa, oppure scucire la cucitura che lo chiude ed aggiungere la tela cerata.

GUARDA ANCHE:   Alcune idee per un matrimonio chic e fai da te [wedding DIY]

Oggi vedo di fare qualche modifica, ma non è un’idea carina?

Copyright © Alessia Gribaudi Tramontana

Vuoi pubblicare il mio craft sul tuo blog? Puoi ripubblicare i contenuti di questo post solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale, cioè puoi prendere UNA SOLA foto e un piccolo estratto di testo aggiungendo sempre un link cliccabile al mio articolo. Grazie.

Sono la felice proprietaria di alcuni blog, troppe passioni e di una famiglia di “tipi da spiaggia”!

Be first to comment