Uncinetto, neckwarmer per bambini lavorando l’alpaca

Avevo comprato dell’alpaca all’80% (con un filo di poliammide che fa un motivo colorato e leggermente bouclé) già da un po’ e non avevo ancora deciso come utilizzarla.

Chi mi segue da un po’ di tempo sa che mi riesce davvero difficile (diciamo pure impossibile!) programmare prima cosa voglio realizzare e poi comprare i filati, io faccio quasi sempre il procedimento inverso, compro i filati che mi piacciono, poi provo a lavorarli e solo molto dopo penso a cosa potrebbe uscirne fuori, magari persino in corso d’opera penso ad un modello.

Questo filato di alpaca è molto bello ma non ero ancora riuscita a vederci dentro niente fino a qualche giorno fa, tralasciando gli altri duemila lavori cominciati mi sono messa ad uncinettare ed il risultato è un morbidissimo “neckwarmer” o “collo caldo” che si allarga a mantellina sulle spalle. Non ci sono bottoni a chiuderlo ma un paio di gemelli in legno, a forma di fiocco di neve.

Si indossa con l’apertura laterale, come nelle prime foto qui sotto, oppure tipo “collare elisabettiano” con l’apertura centrale.

L’estrema vestibilità è data dal punto a coste, ormai sono decisamente fissata e sperimento tutte le coste possibili ed immaginabili rigorosamente a crochet…

Neckwarmer per bambini a crochet

Neckwarmer per bambini a crochet

Seguimi anche su Facebook:

Neckwarmer per bambini a crochetNeckwarmer per bambini a crochet Neckwarmer per bambini a crochet

Guarda anche:

GUARDA ANCHE:   Tricotin 2, la vendetta!
Copyright © Alessia Gribaudi Tramontana

Vuoi pubblicare il mio craft sul tuo blog? Puoi ripubblicare i contenuti di questo post solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale, cioè puoi prendere UNA SOLA foto e un piccolo estratto di testo aggiungendo sempre un link cliccabile al mio articolo. Grazie.

Sono la felice proprietaria di alcuni blog, troppe passioni e di una famiglia di “tipi da spiaggia”!

8 Commenti ♥

  • ottobre 12, 2009

    Beta

    Alessia… ho comperato della lana, quella a pon pon che si vede spesso nei lavori di Elena (Fiore), la terrò solo come decorazione o proverò a farci qualcosa? 🙄 … mah… son 4 gomitoli 😳 e c’è un diavoletto 😈 che mi tenta…. vedremo! 😎 . P.S:Bello lo scaldacollo! 😉

    >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • ottobre 12, 2009

    miks

    bello!!!
    sei bravissima!!!

    ufff…io son negata con l’uncinetto…so fare solo lunghe catanelle…e nemmeno tanto belle (è molto più brava di me mia figlia di 5 anni e mezzo!!!)

    Chissà, magari quando andrò in pensione appunterò l’ago e mi cimenterò con l’uncinetto 😀

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • ottobre 12, 2009

    Valentina

    Molto interessante come lavoro… e la lana è stupenda!

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • ottobre 12, 2009

    Rose di organza

    non ci crederei ma qualche settimana fa ho preso anche io LA STESSA IDENTICA LANA! abbiamo un gusto simile mi sa xDD

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • ottobre 13, 2009

    Alessia

    Grazie care 😀
    @ Beta:
    dai dai dai che voglio vedere cosa ne esce fuori 😉
    @ Rose di organza:
    ah bene, quest’alpaca è stupenda, ma hai cominciato a provare con l’uncinetto??? 😎

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • […] la stessa alpaca di Uncinetto, neckwarmer per bambini lavorando l’alpaca per un altro scaldacollo per bambini, cambia il colore e cambiano gli […]

  • ottobre 16, 2009

    Rose di organza

    sì ma lo odio xDD

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • ottobre 16, 2009

    Alessia

    @ Rose di organza:
    noooooooooo, maddai non è possibileeee 😯

    <<  |  <  |  Rispondi  |  Quota

Lascia il tuo commento! ♥