[TUTORIAL] Scuola di uncinetto per negati: il nodo d’inizio

E’ già un po’ che medito di iniziare una categoria di post intitolata “scuola di uncinetto per negati” (io veramente volevo scrivere “impediti” come me, ma poi ho ripiegato per un termine più “politically correct” 😆 ) però la cosa con cui mi sono scontrata di più sono le foto, in  realtà è molto facile cominciare con il crochet, ma riuscire a far capire come fare dalle immagini è davvero difficile!

Credo di esserci riuscita abbastanza bene con il tutorial per l’anello magico, però ogni volta mi sembra più complicato.

Oggi ho deciso di provarci ma ho bisogno del feedback di chi è davvero negato per vedere se riesco a farmi capire oppure se devo semplificare ancora, partiamo con la base base base, il nodo d’inizio, però le “negate” ci devono provare e poi devono dirmi come va…

Visto che è una prova vanno bene un uncinetto ed un filo qualsiasi, il filo va passato a cavallo dell’uncinetto come nella foto 1

[TUTORIAL] scuola di uncinetto per negati: il nodo d'inizio

[TUTORIAL] scuola di uncinetto per negati: il nodo d'inizio[TUTORIAL] scuola di uncinetto per negati: il nodo d'inizio

Seguimi anche su Facebook:

La parte NON libera del filo va fatta passare davanti al capo libero e poi sopra l’uncinetto (foto 2), a questo punto l’uncinetto deve prendere il quel capo e farlo passare dentro all’anello che si è formato, tirando il filo si forma il nodo d’inizio (foto 3-4-5) e da questo nodo parte la catenella (o maglia volante) del giro iniziale e poi via via si continua con i giri del lavoro vero e proprio.

[TUTORIAL] scuola di uncinetto per negati: il nodo d'inizio[TUTORIAL] scuola di uncinetto per negati: il nodo d'inizio

Allora siamo d’accordo, datemi un feedback così possono provare a continuare con le prossime puntate se va bene, oppure cercare di correggere il tiro se va male.

GUARDA ANCHE:   Scuola di Uncinetto: il fiore tridimensionale a crochet

Un’ultima cosa: fate con calma, il nodo si può disfare mille volte finché non vi viene, senza sprecare o inficiare tutto, mettetevi a tavolino con molta calma e senza distrazioni (figli, mariti, cani e gatti in un’altra stanza 😉 ).

Copyright © Alessia Gribaudi Tramontana

Vuoi pubblicare il mio craft sul tuo blog? Puoi ripubblicare i contenuti di questo post solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale, cioè puoi prendere UNA SOLA foto e un piccolo estratto di testo aggiungendo sempre un link cliccabile al mio articolo. Grazie.

Sono la felice proprietaria di alcuni blog, troppe passioni e di una famiglia di “tipi da spiaggia”!

31 Commenti ♥

  • settembre 3, 2009

    (Lady).Chobin

    Complimenti per il blog e grazie per i consigli 😀

    >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • settembre 3, 2009

    sammy

    che bello!!!!
    ciao ciao e’ un po’ che ti seguo e resto affascinata da tutto quello che sai fare!!
    giusto ieri ho fatto una catenella lunga circa un paio di metri per esercitarmi…sono un po’ imbranata con l’uncinetto….ma poi mi son detta…ma adesso che ci faccio??
    quindi aspetto la seconda puntata dei tuoi tutorial….
    ciao ciao baci

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • settembre 3, 2009

    Désirée

    Ok, io non sono proprio negata visto che qualcosa ad uncinetto la so fare e quindi come minimo so come iniziare il lavoro però mi pare molto chiaro.
    Proprio in questi giorni sto cercando di capire come si inizia il lavoro a chiaccherino da un libro che ho comprato un po’ di tempo fa e finora non ci ho capito un granché ma per fortuna ho trovato dei video su youtube che mi possono aiutare.
    Spiegare queste cose con le sole immagini non è semplice e mi sembra che tu te la sia cavata bene…. ma chi in questo caso è più negata di me può dirtelo con più sicurezza!! 😛
    Baci Désirée

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • settembre 3, 2009

    Claudia-cipi

    ormai sono anni che vorrei fare una cosa del genere, se la fai tu posso limitarmi a linkarti?
    non sono inesperta (lavoro all’uncinetto da 23 anni) ma mi sembra molto chiaro.
    forse la prima foto può fare un po’ di confusione perchè il filo è messo al contrario rispetto alla seconda (quello che passa davanti viene dalla matassa, mentre poi passa davanti quello libero).
    e forse metterei una foto tra la 2 e la 3 che fa vedere l’uncinetto che prende il filo, così che anche senza leggere ci si faccia un’idea abbastanza chiara.
    spero di non essere stata troppo … non mi viene il termine esatto, ma rompicogl***i rende bene 😀

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • settembre 3, 2009

    Valentina

    Nemmeno io sono negata ma mi pare che tu sia stata molto chiara!!!

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • settembre 3, 2009

    Alessia

    Grazie a tutte :mrgreen:
    @ Claudia-cipi:
    ma va là, gli “appunti” mi servono molto, in effetti ci pensavo stamattina che manca una foto inermedia tra la 2 e la 3 che faccia vedere come l’uncinetto pernde il filo per fare il nodo, cerco di farla al più presto, spero di riuscire a farla comprensibile 😉

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • ottobre 2, 2009

    La Bohemien

    Ciao ^_^ bello è proprio quello che stavo cercando, e credo di aver capito, ma ti farò sapere…appena comprerò uncinetto e filati e inizierò a lavorare!!!!!

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • ottobre 13, 2009

    thecatisonthetable

    Ieri ho comprato un gomitolo di lana proprio bella.

    Stasera recupero in giro per casa l’uncinetto.

    E poi, dopo anni di attesa, ci provo.

    Ti saprò dire come va… 😉

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • ottobre 13, 2009

    Alessia

    @ thecatisonthetable:
    ciao Ilaria, benvenuta!
    Si dice che l’uncinetto sia come la bicicletta, quando hai imparato non lo dimentichi più :mrgreen:

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • novembre 1, 2009

    donata

    grazie! io sono una vera negata…al secondo tentativo ce l’ho fatta.baci!!!

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 9, 2010

    Imparare l'uncinetto.

    […] QUI per andare alla prima lezione ed imparare a fare il nodo iniziale. Posted in tecniche base, […]

  • febbraio 4, 2010

    alessia

    noooooo sn proprio stra negataaaa!! nn mi viene questo nodoooooooo 😥 😥 😥
    nn riesco a capireeee ! si forma un nodo che si slegaaaaaa! 😥 😥 😥

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • febbraio 4, 2010

    Alessia

    @ alessia:
    non sei negata, il nodo si slega davvero se non ci metti l’uncinetto in mezzo 😉

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • febbraio 10, 2010

    Stefano

    Ok, io fin qui sento di avercela fatta.
    Ho capito che questo nodo, da tenere con l’uncinetto sennò si scioglie, è il nodo di partenza per quasi tutti i lavori all’uncinetto, quindi anche la mia fatidica sciarpa…
    Ma quando dici “da questo nodo parte la catenella (o maglia volante) del giro iniziale e poi via via si continua con i giri del lavoro vero e proprio”… bhe: catenella, giro iniziale °_° oddio… ma che sarebbero? :,( perchè parlate in gergo?

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • settembre 7, 2010

    taced

    Ciao Alessia, non ho idea dove ma tempo fa avevo visto un “inizio” per le lavorazioni in tondo non fatto con le solite catenelle e poi chiuse ma lavorando su un “anello” di filo già le maglie basse e poi chiuso in tondo tirando il capo del filo libero (non quello in lavorazione). Hai idea di che tecnica sia?
    Grazie, ciao
    Taced

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • settembre 7, 2010

    Alessia

    @ taced:
    si certo, è la tecnica con l’anello, la trovi qui: http://www.school-of-scrap.com/2009/tutorial-lanello-magico-alluncinetto-per-amigurumi-e-lavorazione-in-tondo/ 😉

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • febbraio 4, 2011

    Sara

    Ciao Alessia!
    Secondo te per una mancina c’è speranza!?
    Sai se esiste qualche tutorial con le immagini ribaltate?
    Grazie e Ciaoooo

    Sara

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • febbraio 4, 2011

    Alessia

  • febbraio 19, 2011

    VAle

    Volevi un caso disperato?
    Mancina, poco paziente, dura di comprendonio e con una manualità (e un’inventiva) pari a zero! 😀
    Se ho deciso di prendere in mano un uncinetto è anche un po’ “colpa” tua: giravo per il web e, non so bene come, sono approdata sul tuo blog e mi hai messo una “voglia di fare”…
    Ed eccomi qui: una telefonata a mia madre (che è tanto bravina con uncinetti, aghi, ferri e chi più ne ha più ne metta) e mi trovo davanti al pc con uncinetto e filo… ma il nodo iniziale proprio non riesco a farlo!!! Partiamo bene! 😆
    Il passaggio dell’uncinetto che porta il filo nell’occhiello proprio mi sfugge… 🙁

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • febbraio 19, 2011

    Alessia

    @ VAle:
    ciao e benvenuta 😀
    anch’io non riuscivo in nessun modo a capire il nodo, ho dovuto studirmi un metodo personalissimo per farlo e per non dimenticarmelo più, probabilmente se mi vede qualcuno che sa fare l’uncinetto nel modo “classico” si mette a ridere ma a me viene solo così…
    Credo che anche tu sia simile a me, la foto due di questo post è quella più importante, metti il filo in quel modo lì e poi con l’uncinetto prendilo e fallo passare nell’asola, poi quando hai capito il passaggio cerca di studiarti un sistema per farlo che funzioni per te, imparato quello vedrai che è una strada in discesa, secondo me il nodo d’inizio è la cosa più difficile, lo spartiacque tra “il non ci riuscirò mai” e “eurekaaaa, ce l’ho fatta” 😉
    P.S. hai visto anche il link per i mancini che ho messo nel commento sopra al tuo?

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • febbraio 20, 2011

    VAle

    Grazie per l’incoraggiamento (e per il link per i mancini, che avevo già sbirciato!)!
    Con un po’ di pazienza sono riuscita a partire e ora “catenello” a tutto spiano per farmi un po’ la mano e rendere il risultato un più regolare… spero di poter passare presto alla maglia bassa. In effetti l’importante è partire, poi è questione di costanza e allenamento!!!!
    Grazie per il tuo blog e le tue “lezioni”, sono davvero indispensabili per le negate come me!

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • febbraio 20, 2011

    Alessia

    @ VAle:
    sono contenta che tu ci sia riuscita, intanto ho preparato un tutorial fotografico perchè il nodo d’inizio ho notato che è davvero ostico e ancor più per i mancini, esce domani 😉

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • […] fa, però leggo ancora di tante difficoltà e in effetti le immagini non spiegano bene come fare il nodo d’inizio così ho deciso di fare un tutorial fotografico provando io stessa a tenere l’uncinetto con la […]

  • […] Oggi vi racconto con un altro foto-tutorial un metodo ancora più semplice, lavorando l’anello magico direttamente nel nodo d’inizio. […]

  • novembre 5, 2011

    Alessandra

    Ciao 🙂 sono nuova qui. Grazie al tuo tutorial sono riuscita a fare il nodo.sei stata molto chiara e le foto aiutano 🙂 grazie.e’ da una settimana precisamente che cerco ma mai trovato nulla di cosi’ chiaro 😉

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • novembre 5, 2011

    Alessia

    @ Alessandra:
    Benvenuta Alessandra, sono felice di esserti stata utile 😀
    Hai visto gli altri post della scuola di uncinetto? E il gruppo su facebook? 😉

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • aprile 7, 2012

    Daniela

    Ciao! ho appena cominciato ad usare l’uncinetto e grazie alle tue foto e spiegazioni sono riuscita a fare il nodo iniziale! Ora devo imparare gli altri punti…. Ciao!

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 1, 2013

    claudia

    @ Sara:
    ok per una negata come me…è stato semplice..capito tutto….ora proseguirò la tua scuola

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 24, 2013

    cucicucicoo

    ci sto provando finalmente! ce l’ho fatto il nodo, ma non sono sicurissima se l’ho fatto bene o no. ho letto anche gli altri commenti e non so se vorresti sempre feedback su quanto è chiaro visto che sono passati degli anni, ma in effetti la lana è messo all’incontrario nella prima foto (rispetto alla seconda) e ci vorrebbe una foto tra la seconda e la terza. non ho capito bene come passare il filo dentro l’anello. se ti va mai di fare qualche video tutorial (come avevi detto su facebook), secondo me sarebbe ottimo per questa scuola di uncinetto! ora vado alla prossima puntata, speriamo bene! 🙂 lisa

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • novembre 5, 2014

    irene

    sono super negata!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Anche se i tuoi consigli sono chiari per il resto della popolazione mondiale io non sono riuscita a fare nulla!
    Usa parole più semplici per favoreeeeeeee.
    Fai finta che sono una bambina di 2 anni,così forse ci capisco anchio qualcosa.
    Ciao Irene

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • […] farti capire tutto finalmente ho preparato il video dedicato ai segreti della catenella, parti con il nodo d’inizio pronto e buona visione qui […]

Lascia il tuo commento! ♥