[parole utili] Chipboard

Ancora una volta un termine inglese per dire, semplicemente, forme di cartone spesso che possono essere fiori, lettere, ghirigori, tag, ecc. ecc.

Il bello è che con lo spessore del cartone di cui sono fatte, in genere da 1mm in su, riescono a dare un gran movimento alle pagine e sono ultima moda ormai da qualche anno.

In giro si trovano sia “al naturale” da decorare, sia colorate sia già decorate, anche con brillantini, disegni, ecc.

In alternativa è possibile tagliarsele con le macchinette tipo Ellison o Sizzix mediante le varie mascherine, in quest’ultimo caso l’inconveniente è che le macchinette hanno un costo abbstanza elevato e le mascherine vanno acquistate a parte, la nota positiva è che in qualsiasi momento si possono tagliare le chipboard di cui si ha bisogno.

A me piacciono molto e le uso spesso anche in modo quasi “esclusivo”, senza altri abbellimenti ( o quasi 😉 )come in queste pagine qui:

pagine dell'SJ per Michelle    Star Journal scrapfree

Su un numero (di qualche mese fa) e sul sito di “Simple Scrapbooks” c’è un articolo  di Kim Morgan che si intitola “See the versatility of chipboard”.

Seguimi anche su Facebook:

Siccome l’ho trovato molto interessante e mi trovo assolutamente d’accordo con Kim ho tradotto alcuni stralci ( sapete che io con l’inglese non sono una cima ma i tanti anni di frequentazione del web e più recentemente dello scrapbooking qualcosa mi hanno insegnato, insieme al fido traduttore di google che sta migliorando sempre più le prestazioni 😉 ) interpretandoli un pò.

GUARDA ANCHE:   Tradurre i termini tecnici di maglia ed uncinetto

Le parti scritte da Kim e tradotte da me sono evidenziate come citazioni, ovviamente.

“Ok, lo ammetto: sono dipendente dal cartone. Ma, in realtà, chi non lo sarebbe?

Il cartone spesso è un prodotto favoloso per lo scrapbooking. È facile da utilizzare, e si trova in una sorprendente gamma di dimensioni, forme, colori e stili con possibilità creative praticamente infinite. Provate alcuni dei miei usi creativi. Vi innamorerete di risultati!”

E’ verissimo, io sono innamorata pazza e praticamente in ogni layout c’è almeno una chipboard, che siano lettere, fiori, cuori, stelle, o altro, qualcosa c’è sempre 😉

“Montare le parole su un pezzo di cartone aggiunge in una dimensione particolare alle pagine, evidenziandole  immediatamente e dando allo scritto maggiore enfasi”

Eh si, i titoli scritti con le chipboard sono un “must” e praticamente da soli riescono a rendere le parole protagoniste insieme alle foto, perchè le parole, cioè il messaggio e la storia dei nostri ricordi non sono meno importanti delle foto stesse, secondo me.

“Quando guardo il cartone nudo vedo una lavagna in ardesia con infinite possibilità. Per creare un titolo per il vostro prossimo layout, tagliate un rettangolo per ogni lettera del titolo, spampate con i timbri la lettera e sporcate con il gesso, per un effetto più soft.”

Cosa posso aggiungere? W le chipboard :mrgreen:

GUARDA ANCHE:   [prodotti utili] Le macchine per fustellare (sizzix, ellison, cuttelbug & c.)
Copyright © Alessia Gribaudi Tramontana

Vuoi pubblicare il mio craft sul tuo blog? Puoi ripubblicare i contenuti di questo post solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale, cioè puoi prendere UNA SOLA foto e un piccolo estratto di testo aggiungendo sempre un link cliccabile al mio articolo. Grazie.

Sono la felice proprietaria di alcuni blog, troppe passioni e di una famiglia di “tipi da spiaggia”!

7 Commenti ♥

  • novembre 1, 2008

    elena fiore

    Uh, quanto mi é utile il tuo dizionario-craft.
    Io conoscevo solo le chips and fish! Grazie

    >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • novembre 1, 2008

    Alessia

    😆

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • novembre 2, 2008

    Alessia

    Ale ti devo dire che questa tua serie di post sulle parole dello scrap è veramente molto interessante, soprattutto per una non-scrapper come me, che ama però il genere e spesso mi ritrovo a leggere cose abbastanza incomprensibili! Grazie, il tuo blog è sempre una gioia per occhi e mente!

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • novembre 3, 2008

    Anna

    Grazie Alessia, per questo interessante post perchè anche io adoro le chipboard… e se leggevo l’articolo in inglese non ci capivo un H 😉

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • […] i materiali con un’altra ottica: una scatola di cereali può servire per creare delle chipboard, un cartoncino spesso tipo quelli degli imballi Ikea può servire per creare le sagome, la carta […]

  • Ciao Alessia, mi dai un consiglio?
    le clipboard in bianco con che colori vanno decorate?
    si usano solo i timbri? altri metodi stravaganti?
    (non so tipo tovaglioli da decoupage…)
    Grazie
    Chiara
    La Ricicleria di Chi

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • agosto 14, 2012

    Alessia

    @ Chiara, La Ricicleria di Chi:
    ciao Chiara, ultimamente sono molto di moda le chipboard lasciate bianche (io adoro le lettere bianche e non solo quelle di cartone, se giri tra card e pagine qui sul blog di sicuro ne trovi anche di altri materiali e anche autoprodotte). In realtà si possono decorare come vuoi, qualsiasi sistema è lecito considerando che sul cartone puoi usare veramente di tutto, anche il decoupage se sei brava 😉

    <<  |  <  |  Rispondi  |  Quota

Lascia il tuo commento! ♥