Come rendere più spesso un filato troppo sottile

L’altro giorno ho fatto il video dei gomitoli che mi sono arrivati dal negozio online gomitoli.yarnshopping.com.

Se hai guardato il mio video unboxing e la mia recensione (se non l’hai ancora visto lo trovi cliccando qui) sicuramente hai visto i gomitoli a catenella  multicolor, un tipo di filato particolare e molto bello che è ultima moda in questo periodo, simili filati sono tra le novità di tantissimi produttori e mi hanno fatto venire alcune idee per rendere più spessi e lavorabili filati sottili come quelli per centrini o per le macchine da maglieria.

Qualche volta possono essere troppo sottili anche filati che normalmente andrebbero bene, se vuoi una lana spessa ma ce l’hai solo normale puoi usare questi escamotage per ottenere lo spessore che ti serve.

Il sistema più semplice per rendere più spesso un filato sottile è di usarne due capi accoppiati, o anche tre o più se necessario.

Questo è il modo più semplice e veloce ma, mentre mostravo in video i miei ultimi acquisti (il video lo trovi cliccando qui) e, in particolare il filato catenella, mi è venuta un’idea.

Un altro modo per rendere più spesso un filato troppo sottile è proprio di lavorarlo in una lunghissima catenella, in pratica la catenella diventa il filo che lavorerò poi, molto più spesso e più bello del filo originale.

Seguimi anche su Facebook:

Sto provando a trasformare dei grossi gomitoli di cotone da centrini nr. 8, quelli fini fini che dello spessore originale non userei mai.

GUARDA ANCHE:   Pencil Toppers, segnamatita di Halloween

Il risultato di questo nuovo filato a catenella è stupendo.

Sicuramente è un sistema lungo ma mi piace davvero tanto, così ho pensato di parlartene e di mostrarti come sta procedendo.

Sto avvolgendo la mia catenella su una bobina di legno e piano piano il mio filato, nuovo di zecca e lavorabile con l’uncinetto  numero 2,5-3, cresce.

Ci vorrà ancora un bel po’ di tempo per avere tanto filato da costruire qualcosa, ma ci lavoro nei ritagli di tempo e quando sarà pronto sarà ancora più prezioso.

Dimmi cosa ne pensi e se hai altri suggerimenti, per rendere più spesso un filato troppo sottile, scrivimelo nei commenti.

Copyright © Alessia Gribaudi Tramontana

Vuoi pubblicare il mio craft sul tuo blog? Puoi ripubblicare i contenuti di questo post solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale, cioè puoi prendere UNA SOLA foto e un piccolo estratto di testo aggiungendo sempre un link cliccabile al mio articolo. Grazie.

Sono la felice proprietaria di alcuni blog, troppe passioni e di una famiglia di “tipi da spiaggia”!

4 Commenti ♥

  • Febbraio 6, 2019

    Monica Lorenzini

    Ciao Alessia seguo sempre il tuo blog! Mi piace molto l’idea della catenella! Secondo me per velocizzare si potrebbe usare un tricottino. Di certo cambia un po’ l’effetto ma vale la pena sperimentare!
    Aspetto qualche idea su cosa realizzare con il filato a catenella. Ciao e buon lavoro!

  • Febbraio 6, 2019

    Alessia

    Ciao Monica, grazie di essere qui 🙂
    Hai ragione, avevo valutato il tricotin (a manovella) e anche la spighetta rumena (semplice o tripla) però con il tricotin se il filo è sottilissimo come quello che sto usando io non va perchè rischia di non prenderlo bene, se è un filo più normale allora si e velocizza un bel po’. La spighetta rumena è un’ottima alternativa anche se non abbrevia i tempi e mangia più filato, da valutare caso per caso.

  • Febbraio 12, 2019

    Roberta

    Veramente una bella idea! Brava Alessia e grazie della condivisione

  • Febbraio 12, 2019

    Alessia

    Grazie a te Roberta 🙂

Lascia il tuo commento! ♥

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.