Scuola di Maglia e Uncinetto: Come lavare il filato di un gomitolo

Qualche volta i filati in gomito si sporcano e bisogna lavarli per farli tornare all’antico splendore.

Non si possono lavare così come sono, bisogna disfare il gomitolo e fare una matassa, lavarli, lasciarli asciugare e poi rifare il gomitolo per poterli lavorare a maglia o all’uncinetto.

Anche lavorarli prima e lavarli dopo non è una buona idea, nelle parti che si accavallano tra un punto e l’altro lo sporco resta protetto dal successivo lavaggio e il risultato finale potrebbe non essere ottimale.

Quindi andiamo a vedere insieme qual è il modo migliore per procedere:

1. dal gomitolo bisogna fare la matassa avvolgendo tutto il filo del gomitolo intorno ad un rettangolo di cartone e poi fermandolo bene in vari punti con dei cordini di colore contrastante (così resteranno ben visibili quando dovremo toglierli)  ben annodati.

In alternativa si può creare una base di metallo con una gruccia da lavanderia, come ho fatto io nell’immagine qui sotto, per avvolgere il filo tutto intorno e lavarlo e asciugarlo lasciandolo ben teso lì sopra.

Scuola di Maglia e Uncinetto: Come lavare il filato di un gomitolo

Seguimi anche su Facebook:

Si fa un nodo da una parte, come vedete nella foto qui sotto io l’ho fatto in alto a destra, e poi si comincia ad avvolgere tutto il filo, alla fine si fa un altro nodo sul filo di metallo per fermarlo, successivamente si immerge nell’acqua saponata per lavare il filato, si lava e si sciacqua sempre sulla gruccia e poi si stende appendendo il tutto.

GUARDA ANCHE:   Origami da 1 minuto: il segnalibro ad angolo con il cuore sagomato

Quando è asciutto si svolge con cura avvolgendolo di nuovo a gomitolo e in questo modo non c’è neppure bisogno di una seconda persona che tenga la matassa per non farla aggrovigliare :mrgreen:

Per modellare la gruccia bastano delle pinze e un po’ di pazienza, non è necessario fare un lavoro precisissimo, l’importante è proprio modellare una specie di rocchetto con le scanalature sopra e sotto da entrambe le parti in modo che il filo non rischi di scivolare via.

Fatto una volta meglio conservarlo per usi futuri, anche se si vuole riciclare del filato già usato, per stenderlo bene prima di riutilizzarlo.

Scuola di Maglia e Uncinetto: Come lavare il filato di un gomitoloScuola di Maglia e Uncinetto: Come lavare il filato di un gomitolo

Copyright © Alessia Gribaudi Tramontana

Vuoi pubblicare il mio craft sul tuo blog? Puoi ripubblicare i contenuti di questo post solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale, cioè puoi prendere UNA SOLA foto e un piccolo estratto di testo aggiungendo sempre un link cliccabile al mio articolo. Grazie.

Sono la felice proprietaria di alcuni blog, troppe passioni e di una famiglia di “tipi da spiaggia”!

1 Commento ♥

  • […] cara, non ho mai lavato un gomitolo … tutto l'aiuto che posso darti si riduce a questo…. Scuola di Maglia e Uncinetto: Come lavare il filato di un gomitolo – Alessia, scrap & craft…A… ama tutti, credi a pochi e non far del male a nessuno Rispondi […]

Lascia il tuo commento! ♥

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.