Guest post: Creative uguale felici o viceversa?

Era un po’ che non arrivava un nuovo guest post succoso e bellissimo vero?

Ripariamo oggi con un argomento che adoro: creatività e felicità sono strettamente legate? Io dico di si e ce lo racconta con dovizia di particolari e consigli un UOMO, si avete letto bene, Giacomo è un Mental Coach che ha fatto della felicità il suo lavoro, leggetevelo tutto fino in fondo perché molto istruttivo e c’è una bella sorpresa…

Vuoi propormi un guest post? Contattami

Quando sei creativa diventi felice, o quando sei felice diventi creativa?

Lo so, sembra la storiella dell’uovo e della gallina, chi è nato prima?

Non so chi tra uovo e gallina sia venuto prima (forse la gallina come discendente di qualche pappa primordiale!), però so per certo che prima sei felice, e solo dopo sei creativa.

Ricevo spesso email di persone che mi chiedono consigli e mi spiegano che anche le loro passioni, le cose che amavano, diventano senza senso, non stimolano più, quando attraversano un momento difficile.

Seguimi anche su Facebook:

Il classico esempio è la rottura di una relazione di coppia.

Se stai male, se sei triste, se vedi la tua vita in bianco e nero, non ci sarà spazio per la creatività, che è colore, entusiasmo, cambiamento.

Se vuoi essere creativa, dedicarti con entusiasmo alle cose che ami, alle tue passioni, allora devi essere felice.

E fortunatamente la felicità dipende da te 😉

Guest post: Creative uguale felici o viceversa?

Per prima cosa abituati a coltivare l’entusiasmo. Fai qualcosa che ami, che ti appassiona, ma fallo senza mai guardare al risultato. Fregatene.

La tua attenzione deve essere concentrata solo sul processo, su quello che stai facendo.

A me piace coltivare l’orto ed è ovvio che mi piaccia anche mangiare ciò che coltivo, ma quando lo faccio non sto a pensare sempre a quanto produrranno le mie zucchine, non mi importa: io le cure con amore, quello che mi daranno sarà perfetto come sarà! Per parafrasare un detto orientale: quando zappo, zappo.

Pensa a ciò che fai, concentrati su quello che stai facendo, sui movimenti delle mani, sulle dita, sull’arte che stai usando.

Chiudi il resto, lascia ogni altra cosa fuori dalla stanza, dal garage o dovunque ti trovi. Aspetterà. Ecco un bel gioco da fare: dedica del tempo alla tua passione isolandoti, da sola, senza distrazioni, persone intorno, social, televisione, smartphone.

Focalizzati su quello che fai e rendilo un momento esclusivo per voi. Come per chi? Per te e la tua passione 😉

Poi abituati a cambiare.

Cambia spesso il menù che cucini, ad esempio cerca ricette mai assaggiate, diciamo una o due a settimana, inventa qualcosa tu, prova, sperimenta. Usa ingredienti insoliti, apriti al nuovo.

GUARDA ANCHE:   Tutti i segreti dei telai da maglia Knitting Loom e cosa ci puoi fare

Sii creativa non solo quando ci si aspetta che tu lo sia, ma sempre, abituati a inventare qualcosa di nuovo.

Cambia l’ordine dei mobili in casa (tanto sei tu che decidi!), impara qualcosa che non sai, scopri altri hobby, tecniche diverse per fare quello che ti appassiona, cose mai sperimentate.

La creatività dipende sempre dalla passione che metti in quello che fai, ma anche dalla tua abitudine a pensare in modo creativo, a guardare le cose sotto punti di vista diversi, a inventare.

Esci dagli schemi insomma, allena la tua mente a pensare in modo originale. Tutti possiamo essere creativi, dobbiamo solo metterci nella condizione di farlo, volerlo, allenarci offrendoci opportunità che aprano la mente.

Guest post: Creative uguale felici o viceversa?

Un altro modo per allenarti potrebbe essere quello di cambiare il percorso con cui vai a lavoro, o accompagni i figli a scuola, o vai a fare shopping.

L’abitudine è utile, e offre sicurezza, ma se impari a fare del cambiamento, dell’imprevedibilità, una nuova abitudine, scoprirai che oltre a sviluppare la tua creatività, diventerai più forte nei confronti dei problemi e dell’ansia.

Lo sapevi che tanto più siamo rigidi nei nostri schemi mentali, tanto più siamo portati a vivere con ansia tutti i cambiamenti e gli imprevisti?

Il segreto non è avere tutto sotto controllo, ma non averne bisogno, perché tu impari quotidianamente che puoi improvvisare, cambiare, inventarti la soluzione a un problema anche se non l’avevi affrontato prima.

Risolvere in modo creativo un problema in cucina o nel cucito non è diverso dal farlo in una relazione di coppia o con i figli: la chiave di tutto sei tu e la tua capacità di creare soluzioni anche dove ancora non ci sono. E tu puoi farlo, certamente l’hai già fatto infinite volte!

Altra idea: apparecchia in modo diverso.

L’ordine delle posate, cambia i piatti che usi, l’ordine delle portate o la stanza dove mangiare, decora tu la tavola in modo creativo, anche una sola volta a settimana.

Ricorda che la creatività non è un dono riservato agli artisti, ma una qualità che tutti possiamo sviluppare allenandoci a cambiare, inventare sempre qualcosa di nuovo e il segreto è pensare a cosa fai, al processo, al cambiamento, non al risultato.

Alcune cose usciranno bene, ti piaceranno, altre meno, altre magari saranno brutte. Fa parte del gioco, e lo scopo non è l’opera d’arte finale, ma il piacere di inventare, essere originale e creativa.

Più fai le cose con entusiasmo e inventiva, più questo ti aiuterà a sviluppare l’abitudine a essere felice.

Ma ricorda: non è ciò che fai a renderti felice, è come lo fai, l’atteggiamento con cui realizzi ogni cosa.

E visto che devi essere creativa, non limitarti a seguire i consigli che ti ho dato, ma inventa tu la prossima cosa creativa con cui porterai imprevedibilità e originalità nella tua vita e nelle tue abitudini.

GUARDA ANCHE:   Mammafelice ed il Manuale pratico della felicità…

L’unico vero limite è la tua fantasia.

Mi chiamo Giacomo Papasidero e sono un Mental Coach.

A chi mi chiede in cosa consiste il mio lavoro rispondo semplicemente: aiuto le persone a diventare più forti dei loro problemi. Anzi, di qualsiasi problema.

Ho capito che non esiste al mondo nulla che possa fermarci. O quasi. In realtà tu sei l’unica persona che può farlo.

Guest post: Creative uguale felici o viceversa?

Avrai sentito storie di persone con handicap fisici gravissimi che fanno cose che le persone normali non riuscirebbero nemmeno a pensare. Senza scomodare i tanti esempi che magari ti verranno in mente, il punto è che la realtà è un dato di fatto. Come la vivi, l’atteggiamento, la voglia di lottare, sono una scelta soggettiva e personale.

Nel mio dialetto c’è questo proverbio ‘Nci dissi u surici a nuci: “Dammi tempu ca ti perciu!”. Che tradotto diventa Disse il topo alla noce: “Dammi tempo che ti buco!”. Se tu non molli, niente può fermarti.

Non so se l’hai capito, ma sono calabrese, vivo e lavoro in provincia di Reggio e grazie a internet posso essere ovunque in 10 secondi, e lavorare con persone di tutto il mondo. L’unico limite è per ora il mio inglese, ma è una noce 😉

Gestisco un sito dal 2014 che ho chiamato diventarefelici.it perché ho visto in prima persona e poi nelle tante con cui ho avuto il piacere di lavorare in questi anni (sono un Mental Coach dal 2010), che la felicità è qualcosa che si costruisce, e tutti possiamo diventare felici, nonostante difficoltà e problemi.

Forse questa è la cosa più importante: per essere felice non devi eliminare tutti i problemi. Ce ne saranno sempre, fanno parte della vita. Devi cambiare il modo di viverli e scoprire che loro, comunque vada, non bastano a toglierti la felicità e la gioia di vivere.

Per me questa è una missione. Così, da agosto, sul mio sito ho avviato un progetto totalmente gratuito, mettendo a disposizione di tutti un corso che raccoglie anni di esperienza e tutto ciò che so e che continuo a imparare. Organizzo al suo interno seminari e incontri in diretta e ogni risorsa è disponibile gratis per tutti.

Io lo chiamo Corso per Diventare Felici, e ciò che chiedo ai miei allievi  è semplicemente di diventarlo e di condividere la loro gioia con gli altri. Ecco ciò che chiedo in cambio: diventare portatori sani di felicità e contagiare tutti gli altri. Scopri di più e iscriviti al corso

Copyright © Alessia Gribaudi Tramontana

Vuoi pubblicare il mio craft sul tuo blog? Puoi ripubblicare i contenuti di questo post solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale, cioè puoi prendere UNA SOLA foto e un piccolo estratto di testo aggiungendo sempre un link cliccabile al mio articolo. Grazie.

Sono la felice proprietaria di alcuni blog, troppe passioni e di una famiglia di “tipi da spiaggia”!

Be first to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.