Interviste all’uncinetto: Marilena – La fabbrica delle idee

Interviste all’uncinetto: Marilena – La fabbrica delle idee

Ecco qui la terza puntata delle mie Interviste all’Uncinetto, ormai è diventata una bellissima rubrica fissa del venerdì e ogni volta conosciamo altre appassionate di uncinetto.

Io scopro tanta bravura e spesso capisco che noi donne siamo super e che le difficoltà che incontriamo sono molto simili dal nord al sud e alla fine riusciamo a conciliare e a far tutto anche se tendiamo sempre a svalutare il nostro genio nel riuscire a far quadrare ogni cosa.

Ci sembra sempre di non fare abbastanza o di non fare abbastanza bene.

Questa intervista è di Marilena e vedrete se non ho ragione…

Marilena non è così imbranata come dice, non credetele assolutamente e andate a visitare la sua pagina su Facebook La fabbrica delle Idee, ma solo dopo aver letto l’intervista 😀

Seguimi anche su Facebook:

1. Iniziamo dai fondamentali, raccontami un po’ di te, chi sei e cosa fai?

 

Di me direi che sono una 56 enne come tante…

Dipendente dell’Amministrazione Pubblica, mamma di tre figli (Marta 36, Eleonora 19 Simone 14) nonna di Mattia 8 anni.

Corro dalla mattina alla sera e mi divido tra casa (troppo grande…..) ufficio, figli, marito e due gatti.

Sono forse un po’ troppo critica nei mie confronti; cerco sempre la perfezione ma non la trovo mai.

Tutto questo non mi impedisce di coltivare le mie passioni (non come vorrei purtroppo) Sono partita dal decoupage e cartonaggio per ritornare all’uncinetto e aghi….

2. Alla seconda domanda di questa intervista non posso che chiederti come e quando hai imparato l’uncinetto e cosa ti ha spinto ad iniziare.

Ho imparato a ricamare, lavorare a maglia , all’uncinetto e a cucire grazie alla mia nonna che era splendida (hai presente la nonnina nei cartoni animati di Titti?), alla mia zia e a mia mamma da quando avevo 9 anni e in pratica non ho mai smesso, tranne dopo la nascita di mio figlio Simone, perché… Avevo troppo da fare.

Interviste all’uncinetto: Marilena – La fabbrica delle idee

3. Raccontami il tuo stile a crochet e dove prendi l’ispirazione.

Non parlerei di stile perché non saprei dire qual è il mio… Quello che vedo che mi ispira provo a farlo…

4. Qual è stato il tuo ultimo progetto finito e cosa hai in programma per il futuro?

Ho finito 2 borse traforate e una serie di orecchini.

Partecipo a qualche mercatino di hobbisti ogni tanto e dato che di tempo a disposizione non ne ho molto cerco di fare cose semplici ma non è il massimo delle mie aspirazioni…

Vorrei preparare cose più particolari.

5. L’uncinetto è un hobby o è diventato qualcosa di più nella tua vita?

Per me l’uncinetto è un hobby perché la pensione è ancora lontana ma se potessi il mio sogno nel cassetto sarebbe un laboratorio artigianale dove poter condividere passioni e lavori (e resterà un sogno soprattutto nella zona dove abito, perché nel novarese, credimi, capiscono poco di lavori artigianali…).

6. Quali sono i tuoi filati preferiti e dove vai a cercarli?

Anche per i filati qui è un problema, sono costretta a cercarli on line perché nelle vicinanze c’è poca scelta.

Lana e cotone comunque mi piacciono entrambi.

7. Cosa ti piacerebbe fare con l’uncinetto e non hai ancora fatto…

Mi piacerebbe fare tante cose… Che non so fare.

8. Ci sono dei blog che ti ispirano e che ti piace seguire?

Con i blog sono alquanto imbranata quindi girovago su internet per prendere ispirazione ma poi, partendo da un’idea che vedo, faccio tutt’altro.

Hai un’altra domanda per Marilena? Lasciala nei commenti qui sotto.

GUARDA ANCHE:   Ritorno al crochet, ancora prove per “costruire” un anello

Interviste all’uncinetto: Marilena – La fabbrica delle ideeInterviste all’uncinetto: Marilena – La fabbrica delle idee

Copyright © Alessia Gribaudi Tramontana

Vuoi pubblicare il mio craft sul tuo blog? Puoi ripubblicare i contenuti di questo post solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale, cioè puoi prendere UNA SOLA foto e un piccolo estratto di testo aggiungendo sempre un link cliccabile al mio articolo. Grazie.

Sono la felice proprietaria di alcuni blog, troppe passioni e di una famiglia di “tipi da spiaggia”!

Be first to comment