Scuola di Cucito: facciamo un anello puntaspilli di stoffa

Continuo a sperimentare piccoli progetti di cucito per la Scuola di Cucito per Negati e mi sto proprio divertendo!

Ecco una piccola idea per avere gli spilli sempre a portata di mano, che va benissimo anche come regalo per amiche, mamme e nonne amanti del cucito.

Questo anello imbottito è talmente carino che sto pensando che sarebbe perfetto anche come anello, senza gli spilli…

Prepararlo è facile e divertente e anch’io (che con il cucito sono alle primissime armi) l’ho terminato in un’oretta, forse anche meno.

Ci vuole pochissima stoffina quindi è l’ideale per usare e consumare i ritagli che restano quando si tagliano lavori più grandi.

Ingredienti

Seguimi anche su Facebook:

– un quadrato di stoffa con 10 cm. di lato

– macchina da cucire e ago e filo per cucire a mano

– spilli

Ecco il procedimento passo passo:

1. tagliare un quadrato di stoffa di 10 cm. circa di lato.

Io uso sempre le forbici zig-zag ma non è indispensabile 😀

2. piegare un angolino e fissare la piega con il ferro da stiro.

3. piegare a metà il quadrato, dritto contro dritto e fissare di nuovo la piega.

4. con forbici piccole e appuntite fare un taglio di 2-3 cm. sul lato lungo della diagonale), taglio che servirà poi per rivoltare la stoffa dopo la cucitura.

GUARDA ANCHE:   Vaso faidate da #5minuti: riciclo bottiglie di vetro e bottiglie di plastica

5. cucire i lati corti del triangolo.

6. rivoltare la stoffa, tendendo bene gli angoli (io uso un uncinetto per spingerli bene) e piegare leggermente in dentro la stoffa, in corrispondenza con il taglio.

Perché i lembi non tendano a scappare è bene anche in questo caso fermare le pieghine con il ferro da stiro, attrezzo che i uso solo per cucire e per fare lavoretti, preziosissimo in questi casi, quanto noioso per stirare la biancheria :mrgreen:

7. imbottire bene la punta e il centro del triangolo con ovatta da imbottitura, invece è meglio lasciare quasi vuote le puntine laterali.

8. chiudere cucendo il taglio con il punto nascosto

9. infilare una dentro l’altra, verso il basso, le punte alle estremità.

Quella che aveva il triangolino cucito all’interno resta aperta e dentro si può infilare l’altra facilmente, si fissano con uno spillo e si cuciono.

Io non avevo sottomano un filo colora aragosta, dello stesso colore del tessuto, così ho fatto una cucitura a vista, un piccolo ricamo dello stesso colore ocra della riga che forma il tessuto stesso.

Finita questa piccola cucitura l’anello è pronto.

Sulla sommità possono essere appuntati gli spilli, stando attenti a non schiacciarli troppo a fiìondo per non rischiare di pungersi visto che non ha un fondo rigido.

GUARDA ANCHE:   Matrimonio fai da te: come fare la ciotola portafedi con Pasta Nuvola

In alternativa io penso proprio che lo userò anche come anello e ne farò altri di tanti colori, è bello bello e decisamente originale!

Anzi, sto meditando di prepararne tanti e di metterli sul mio babirussa

Copyright © Alessia Gribaudi Tramontana

Vuoi pubblicare il mio craft sul tuo blog? Puoi ripubblicare i contenuti di questo post solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale, cioè puoi prendere UNA SOLA foto e un piccolo estratto di testo aggiungendo sempre un link cliccabile al mio articolo. Grazie.

Sono la felice proprietaria di alcuni blog, troppe passioni e di una famiglia di “tipi da spiaggia”!

3 Commenti ♥

  • luglio 15, 2012

    Elisa Moroni

    Davvero geniale!!!! Mi piace un sacco!
    Buona estate

    >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • […] primo modello ci viene proposto da Alessia Gribaudo che sul suo sito Alessia crap&craft pubblica il tutorial. Si tratta di un anello morbido a forma di piramide che può essere davvero […]

  • […] primo modello ci viene proposto da Alessia Gribaudo che sul suo sito Alessia crap&craft pubblica il tutorial. Si tratta di un anello morbido a forma di piramide che può essere davvero […]

Lascia il tuo commento! ♥