Countdown Natale: regali faidate scaldotto con lavanda e riso

Countdown Natale: regali faidate scaldotto con lavanda e riso

Continua la carrellata di regali fai da te che ho in programma quest’anno, scommetto che saranno un ottimo spunto anche per voi 😀

Questo è uno scaldotto imbottito con riso e lavanda e in più ho aggiunto una federa removibile fatta di lana morbida morbida bordeaux.

E’ un regalo assolutamente unisex, infatti questo che ho realizzato oggi e destinato ad un uomo.

Ma andiamo a vedere meglio cosa ho usato e come per costruirlo.

Il cotone bianco era di una camicia riciclata grazie al gruppo di facebook SAVONA Baratto, Regalo e Garage Sale, l’altra settimana Patrizia ha offerto in regalo alcune camicie di un bel cotone bianco tipo jeans e qualche altro oggetto. Io ho subito risposto all’appello perché della stoffa bianca mi può sempre essere utile ed ecco qui che la prima idea è arrivata.

Però devo dire che il bianco completo non mi piaceva troppo, così ho pensato di modificarlo un pochino, ho fatto alcune righe con il pennarello nero, poi ho bagnato un po’ la stoffa spruzzando l’acqua con le dita e ho stirato bene bene finché il cotone non si è asciugato perfettamente ed ecco che il mio scaldotto ha una bella fantasia rigata, perfetta per un regalo al maschile!

Seguimi anche su Facebook:

Lo scaldotto è semplicemente un cuscino, nel mio caso è un rettangolo lungo diviso in 5 scomparti da circa 9-10 cm. di larghezza ognuno, in ogni scomparto ho messo circa 100 gr. di riso + 1 cucchiaio di fiori di lavanda essiccati, ho cucito il tutto con una cucitura doppia ed eccolo pronto.

GUARDA ANCHE:   Collane fai da te con rondelle da ferramenta e smalto glitter

Per l’uso mi sono documentata molto ed ho fatto anche alcune prove di utilizzo, tanto per cominciare il riso va bene tanto quanto i noccioli di ciliegia, la pula di farro ed altre imbottiture naturali che però non si trovano facilmente in giro ed hanno un costo più elevato, si scalda mettendolo in forno per 8-10 minuti oppure nel microonde a 500-600 watt per 1-2 minuti al massimo.

Mantiene il calore per 20-30 minuti e anche di più se dopo la fase di riscaldatura lo si mette in una bella federa di lana calda e morbida come la mia.

La lavanda, oltre ad essere deliziosamente profumata, aiuta a lenire spasmi (anche quelli mestruali) e nevralgie, dolori reumatici, articolari e muscolari, cefalee, ecc. ecc. e come se non bastasse è anche sedativa e riequilibrante del sistema nervoso centrale, cioè fa riposare bene.

La federa l’ho cucita riciclando una minigonna di lana di quando ero ragazza, praticamente nuova ma non più mettibile con 20 anni in più sul groppone (il mio non quello della gonna!), ha già trovato un nuovo “lavoro” :mrgreen:

P.S. senza la federa di lana si può anche mettere nel freezer per impacchi freddi, basta avere l’accortezza di infilarlo in una busta di plastica di quelle da surgelati, in modo che non assorba umidità, e di lasciarlo nel congelatore alcune ore prima di usarlo…

GUARDA ANCHE:   Scuola di Cucito: Sewing Kit DIY un kit per il cucito con tutto l’occorrente

Non è perfetto per sostituire sia la borsa dell’acqua calda, sia quella del ghiaccio, anche con i bambini?

Countdown Natale: regali faidate scaldotto con lavanda e risoCountdown Natale: regali faidate scaldotto con lavanda e risoCountdown Natale: regali faidate scaldotto con lavanda e risoCountdown Natale: regali faidate scaldotto con lavanda e risoCountdown Natale: regali faidate scaldotto con lavanda e riso

Copyright © Alessia Gribaudi Tramontana

Vuoi pubblicare il mio craft sul tuo blog? Puoi ripubblicare i contenuti di questo post solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale, cioè puoi prendere UNA SOLA foto e un piccolo estratto di testo aggiungendo sempre un link cliccabile al mio articolo. Grazie.

Sono la felice proprietaria di alcuni blog, troppe passioni e di una famiglia di “tipi da spiaggia”!

10 Commenti ♥

  • dicembre 11, 2012

    Chiara

    Sei un genio, non ho altre parole.

    >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • dicembre 11, 2012

    Alessia

    @ Chiara:
    ah ah ah, grazie ma… Esagerataaaa 😀

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • dicembre 12, 2012

    Manimente

    Ciao, scusa, mi togli una curiosità? Ma il riso non si cuoce? Soprattutto a metterelo continuativamente nel microonde???
    Grazie!!!

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • dicembre 12, 2012

    Alessia

    @ Manimente:
    ciao, no per le prove che ho potuto fare il riso secco non si cuoce assolutamente, resta nel microonde 1-2 minuti se lo scaldotto è grande (come nel caso mio) ma ho fatto una prova anche con un cuscinetto piccolo (tipo uno scaldamani) e bastano pochi secondi per scaldarlo. Mantiene bene il calore e con l’aggiunta della lavanda profuma anche 😀
    Ovviamente non ha avrà una durata di decenni come gli scaldotti elettrici ma credo che sia talmente bello e particolare che semmai quando si rovina se ne fa un altro 😉

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • dicembre 18, 2012

    federica

    @ Manimente:ciao!
    ho fatto uno “scaldotto” così anni fa, in casa mia si chiama “cosetto caldo”, il riso non cuoce perchè non c’è acqua, semmai si indurisce! è fantastico, il peso del riso aiuta il rilassamento…vado a farne due per Natale per le mie amiche!!!
    auguri
    federica

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 4, 2013

    Paoletta

    l’ho fatto finalmente, e la mia piccola (un mese e mezzo) ha molto gradito!
    grazie per l’idea, come sempre 🙂

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • dicembre 7, 2013

    Sara

    Ciao!
    Sono anche io in procinto di fare un bello scaldotto pronto da regalare!!
    Sono sicura che funzionerà senza nessun problema, ma mia mamma mi ha fatto venire un dubbio atroce sul suo contenuto:
    non c’è la possibilità che il riso produca vermetti e animaletti vari come potrebbe succedere quando sta in dispensa aperto per qualche tempo?

    Grazie mille e complimenti per le creazioni!!!

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • dicembre 7, 2013

    Alessia

    @ Sara:
    in teoria si, ma in pratica io credo che l’effetto delle microonde sia di uccidere le uova eventualmente contenute nel riso e quindi è improbabile che succeda.
    Teniamo presente che tutti i cucini e scaldotti fatti con materiai naturali (pula di farro, noccioli di ciliegia, riso, ecc.) non potranno mai essere eterni come se fossero sintetici ma è proprio questo il bello 😉
    Poi quando saranno lisi si possono sempre rifare nuovi.

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • dicembre 11, 2013

    angela - mammaemamme

    io invece ho un altro dubbio…
    vorrei utilizzare I noccioli di ciliegia che ho messo pazientemente da parte questa estate. ma nel micronde non scoppiano?
    @ Alessia:

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • dicembre 11, 2013

    Alessia

    @ angela – mammaemamme:
    io i noccioli di ciliegia non li ho mai usati ma ti ho trovato questo link che mi sembra molto chiaro: http://www.cherrystones.it/shop2/index.php?user=noccioli&weiteres=8

    <<  |  <  |  Rispondi  |  Quota

Lascia il tuo commento! ♥