Vendere online: aumento tariffe Paccocelere

paccocelere3

Eccomi qui a fare l’ennesimo post per annunciare l’aumento delle tariffe postali del “pacco celere” che è operativo dal 24 agosto scorso.

Per chi vende online o per chi partecipa a swap, baratti, scambi e simili è l’ennesimo salasso ingiustificato, ingiustificato perché essenzialmente la qualità dei servizi postali nazionali peggiora invece di migliorare, malgrado gli aumenti costanti e abbondanti!

Per calcolare l’aumento basta aggiungere il costo dell’IVA al 20% ai prezzi del paccocelere, quindi il paccocelere 1 passa da 10 a 12,00 euro, mentre il pacco celere 3 passa da 9,50 a 11,40 euro (quasi quasi conviene di più il primo 😯 tanto per 60 centesimi di differenza…).

Però una buona notizia c’è, sono venuta a conoscenza di un nuovo servizio privato, per spedire in Italia, che ha costi un po’ inferiori, devo solo provarlo e poi preparo una bella recensione!

GUARDA ANCHE:   Vendere craft: il tesserino hobbisti comunale
Copyright © Alessia Gribaudi Tramontana

Vuoi pubblicare il mio craft sul tuo blog? Puoi ripubblicare i contenuti di questo post solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale, cioè puoi prendere UNA SOLA foto e un piccolo estratto di testo aggiungendo sempre un link cliccabile al mio articolo. Grazie.

Sono la felice proprietaria di alcuni blog, troppe passioni e di una famiglia di “tipi da spiaggia”!

6 Commenti ♥

  • agosto 29, 2010

    miks

    Capperi!!!!
    Che barba questi aumenti!!
    Avessero una giustificazione li capirei, ma le tariffe aumentano e il servizio rimane sempre lo stesso pessimo di sempre…arrggghhh!!

    E in attesa della tua recensione sul servizio postale privato, io mi faccio furba:

    Le poste garantiscono la consegna dei pacchi in un determinato periodo di tempo, trascorso il quale è possibile chiedere un rimborso per non aver rispettato il contratto stipulato tra loro e l’utente (mittente)

    Se ad esempio si spedisce un j+3, la consegna è garantita entro tre giorni lavorativi, se la consegna viene effettuata oltre i 3 giorni, si va in posta e si chiede un modulo per il rimborso, e in poco tempo si viene rimborsati delle spese di spedizione.
    Se si fa un j+1, è quasi certo che il pacco ritarderà…

    Questo modo di agire nei confronti delle poste è più una protesta che un trucco per risparmiare.
    E chissà che con tutte le richieste di rimborso non si diano da fare e migliorino il servizio!!!

  • agosto 29, 2010

    Beta

    Grazie per questa informazione, ne attendo di ulteriori sul servizio privato. 🙂
    Grazie anche a Miks per la dritta…. 😈

  • agosto 29, 2010

    ciri

    Uffi…le cose diventano sempre più difficili! Grazie Ale per i tuoi preziosi consigli! … Speriamo che questo nuovo servizio ci faciliti un pò la vita!

  • agosto 29, 2010

    Lara

    ma che palle!!!!!!!!!!!
    oramai conviene il corriere…

  • agosto 29, 2010

    Bianca

    purtroppo questo non è che uno dei tanti aumenti che sono stati promessi dopo le vacanze….perciò…prepariamoci….a parte la luce, che è già di per sè molto cara e che per il momento non verrà ritoccata, ci saranno aumenti per acqua, gas, treno e altro ancora!!
    Cmq grazie!!

  • agosto 30, 2010

    enrica

    Grande Ale!!Aspetto la tua recensione che mi incuriosisce molto!
    e grazie anche a miks per la dritta!!

Lascia il tuo commento! ♥

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.