MissHobby, l’alternativa italiana a Etsy per vendere craft?

Nelle settimane scorse mi sono arrivate delle mail da questo nuovo servizio italiano chiamato Misshobby e non ho potuto non andare a curiosare, in un primo tempo, e poi provare a testarlo dall’interno 😉

Ho deciso di testarlo per vedere quali sono i pro e contro rispetto ad esty & c. perché sui blog di craft vario italiani ho trovato solo post con scritti dei “copia-incolla” della mail pubblicitaria che è arrivata 🙁

La cosa bella è che è in italiano e che non costa niente per chi desidera caricare fino a 30 oggetti, si paga solo il 5% sul venduto.

Però ecco che arrivano subito le dolenti note: per chi desidera poter mettere in vendita un numero maggiore di articoli (fino a 200) si deve pagare un abbonamento mensile di 9,99 euro, a me sembra davvero tanto considerato che in un anno fanno 119,88 euro e considerato che è un sito completamente nuovo con pochi venditori (solo italiani) e, praticamente, nessun acquirente.

Purtroppo non ho idea del numero di visitatori mensili e delle altre statistiche ma temo che per ora siano proprio pochini, e questo si traduce in possibilità davvero minime di vendita…

Seguimi anche su Facebook:

Certo caricare gli oggetti e comprare è semplicissimo, per realizzare questa piattaforma si sono ispirati ad etsy ma il tutto è molto più semplificato (cosa che può avere sia pro che contro…) e c’è una cosa che ho notato che mi lascia molto molto perplessa: non c’è modo di vedere gli ultimi oggetti inseriti.

GUARDA ANCHE:   Creare e insegnare ai bambini, sono al lavoro…

In home page c’è una selezione degli oggetti più visti, mentre cliccando nelle varie categorie o sulla pagina con tutti gli oggetti in vendita l’ordine di apparizione è dal più vecchio al più nuovo, attualmente ci sono 16 pagine di oggetti (con 16 oggetti per pagina) e per vedere gli ultimi inseriti bisogna andare a ritroso fino alla 16ma pagina, una bella scocciatura ed un bel problema per i venditori, ancor più quando gli oggetti in vendita saranno più di quei pochi che ci sono adesso (un po’ più di 250, ad oggi).

Insomma: secondo me è una bella idea ma con molti dettagli poco ragionati, cosa che la fa sembrare realizzata da persone poco esperte del settore che, invece di affidarsi a consulenti capaci ed esperti in questo campo, stanno improvvisando in modo un po’ maldestro.

Se mi conoscete sapete che io dico sempre quello che penso senza peli sulla lingua e questo è quello che sto vedendo adesso, però spero che Misshobby migliori presto e diventi un nuovo etsy italiano ma aperto al commercio in tutto il mondo, io intanto ho provato a mettere in vendita uno dei miei pattern, ed è un sito che terrò d’occhio e di cui parlerò ancora in caso di aggiornamenti interessanti 😉

GUARDA ANCHE:   UNCINETTO CON UN GOMITOLO: tutorial per fare LA CUFFIETTA BONNET PER NEONATI
Copyright © Alessia Gribaudi Tramontana

Vuoi pubblicare il mio craft sul tuo blog? Puoi ripubblicare i contenuti di questo post solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale, cioè puoi prendere UNA SOLA foto e un piccolo estratto di testo aggiungendo sempre un link cliccabile al mio articolo. Grazie.

Sono la felice proprietaria di alcuni blog, troppe passioni e di una famiglia di “tipi da spiaggia”!

39 Commenti ♥

  • gennaio 2, 2010

    Camilla

    Ciao!

    Ho visto anche io il sito di misshobby e all’inizio mi ero entusiasmata, ma devo dire che purtroppo ci sono diverse cose che, guardate più approfonditamente, non mi tornano.
    Prima di tutto lo slogan “your place to buy and sell all things handmade” è ripreso esattamente da Etsy (anche nel carattere) e se vai a vedere sulla homepage di Etsy, vedrai che loro hanno registrato il marchio, quindi su misshobby non potrebbero usarla … il che mi fa sorridere, leggendo nei termini e le condizioni d’uso quello che pubblicano al punto 4.5 e al punto 9…
    Oltre al carattere hanno ripreso molte grafiche/templates da Etsy e, altra cosa importante, non c’è alcun accenno ad un numero di partita iva o codice fiscale che credo proprio debbano avere (ma mi potrei sbagliare). Non scrivono nemmeno cosa dovrebbe fare un utente italiano per vendere sul sito, sempre in termini di partita iva.
    Poi tante parti sono ancora vuote, come la Guida, e io non metterei niente in vendita su un sito dove non posso sapere cosa sto sottoscrivendo…
    Un’ultima cosa che mi ha fatto un po’ insospettire è che loro non nominano mai Etsy (forse per non comparire nelle ricerche?), ma anzi scrivono di essere il primo e-marketplace europeo cosa non vera, perché DaWanda esiste da prima.

    Insomma, al momento mi sembra un sito un po’ strano, io per adesso (al di là dei costi elevati per l’account “pro” e dei pochi utenti che ancora ci circolano) passo e resto su etsy!

    >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 2, 2010

    Valeria

    Era da mesi che pensavo di creare un Etsy tutto italiano, sia per comodità sia per circoscrivere la cerchia di acquirenti (che inevitabilmente si disperdono in Etsy o DaWanda). Incuriosita all’ennesima potenza sono andata a dare un’occhiata e… Pro: sembra molto veloce e immediato (che però, come dici giustamente, potrebbe non essere proprio un pro). Contro: niente ‘ultimi inseriti’, niente statistiche per oggetto (o sbaglio?).
    Uhm, diamogli una chance e vedremo 🙂

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 2, 2010

    Helena

    Anch’io l’ho conosciuto da poco e ho scritto un mini post perchè mi era sembrata subito una bella idea, ma secondo me ha vari difetti da risolvere, primo fra tutti non c’è un modo semplice per comunicare con i creatori del sito per cercare di suggerire le cose utili da fare, c’è sì facebook ma non mi sembra il luogo giusto perchè non è così aggiornato ancora, poi la guida non funziona ancora, ci vorrebbe anche il posto per un forum come etsy in modo da comunicare anche fra creatrici..beh, ne ha tante di cose che si potrebbero migliorare, spero succeda perchè l’idea mi piace veramente!!

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 2, 2010

    giulia

    Dai io ci vorrei provare e quindi diamogli una possibilità

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 2, 2010

    Alessia

    Effettivamente era arrivata anche a me la mail ed ero curiosa di capire come funzionasse, meno male che ci sei tu, mooolto più esperta, che hai fatto le pulci al sito… Sarebbe bello se funzionasse, se avesse un certo pubblico… Grazie per la recensione!
    Alessia

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 2, 2010

    Marika

    Care ragazze
    visto i commenti ho pensato di rispondere direttamente da qui… innanzitutto ringrazio veramente chi, come noi, crede nel progetto….avete tutte le ragioni a trovare delle “pulci” ma dovete anche capire che
    1)il sito è appena nato e grazie alle vostre osservazioni stiamo modificando e integrando tantissime nuove parti
    2)vorrei correggere l’articolo di alessia dicendo che, dato che stiamo puntando alla crescita e alla visibilità, STIAMO REGALANDO A TUTTE

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 2, 2010

    Alessia

    Di sicuro io una possibilità gliela do’ eccome e se vedo novità vi aggiorno subito 😉

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 2, 2010

    Marika

    la possibilità di aprire GRATUITAMENTE E PER SEMPRE il negozio gratis….ciò significa che non dovete pagare assolutamente nulla a noi neanche sulle transazioni!!!!!!!!
    Per contattarci è semplicissimo
    questa è la mia mail
    marikadeangelis@gmail.com
    sempre a disposizione per qualunque chiarimento!!!
    Grazie dell’attenzione
    Marika

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 2, 2010

    Marika

    Arriverà sia il forum che il magazine….dateci il tempo e vi stupiremo!!!! @ Helena:

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 2, 2010

    emanuele

    Salve a tutte !!

    Sono uno dei fondatori di Misshobby !! sono contento dei tanti suggerimenti che ci avete dato nell’articolo e nei commenti che avete postato. Il portale è online solo da 8/10 giorni e stiamo implementando molte delle cose che dicevate.

    Prima di tutto a fine gennaio ci sarà all’interno un magazine e u forum a cui potranno partecipare tutte le creatrici di oggetti e scambiarsi di tutto nonchè pubblicizzare nel magazine i propri oggetti.

    Seconda cosa, è in arrivo l’integrazione con facebook e twitter, per cui ogni venditrice, potra condividere le proprie creazione su i popolari social network sia singolarmente che a gruppi.

    La guida è in arrivo, così come la traduzione e la guida tradotta in Spagnolo, Francese, Tedesco Russo e portoghese.

    Per quanto riguarda il negozio, che per ora vi sembra caro a 9,99, vi do ragione !! per ora abbiamo fatto questa diversificazione tra venditore singolo e negozio, perchè in futuro il negozio avrà tante, ma tante nuove funzioni e non si pagheranno costi di transazione alcuno sulle vendite.

    A scopo promozionale, visto che ci avete cmq dato buoni consigli, sono pronto a regalare a tutte voi il negozio gratis per sempre !!! ossia non pagherete nulla ne come canone mensile, ne sul transato per sempre:

    Vi faccio questo regalo, a patto che ci diate una mano a farlo crescere caricando almeno 30 oggetti !! iscrivetevi come venditrici singolo e poi inviatemi una mail a questo indirizzo: info@misshobby.com e vi abiliteremo subito !!

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 2, 2010

    Mammafelice

    A me perplime soprattutto il fatto che, oltre ad esserci ancora delle pagine bianche (v. guida), non ci sia una pagina ‘chi siamo’, per capire chi ha creato il sito, che specializzazioni hanno, che competenze… a me sembrerebbe importante!
    Però visto che era una cosa che tutte aspettavamo (e progettavamo :mrgreen: ), speriamo che sappiano migliorarsi.

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 2, 2010

    loredana

    Secondo me è fantastico !! non capisco queste critiche…leggendo i commenti ho visto che i fondatori sono stati anche molto carini e vi hanno offerto il negozio gratis, ma soprattutto, si sono scusati dicendo che il portale è online da solo 8 giorni !! mi fate un pò ridere…..sempre a criticare….

    Non credo sia facile far partire un portale del genere…lo sapete che etsy di cui sono venditrice ha ricevuto un investimento di 30 ml di dollari per partire !! ora io non conosco il progetto italiano di http://www.misshobby.com ma mi sembra fatto benissimo !!!

    E’ semplice e facile da usare, è in italiano, vi regalano pure il negozio e voi criticate !! mi fate un pò sorridere voi….

    io cmq apriro’ il negozio anche su misshobby, perchè credo che diventerà una valida alternativa almeno in italia, visto che su etsy non ostante ho più di 50 oggetti, ricevo un’offerta al massimo ogni sei mesi e il più delle volte devo spedire in USA che è un gran casino !! quindi meditate….

    Lory

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 2, 2010

    saretta

    Anch’io, mi accodo a quello che dice Loredana nell’ultimo commento, diamogli un attimo di tempo, non siate così perfide da stroncare tutto e subito !! è facile criticare, ma ci sono così pochi progetti italiani che almeno questo va sostenuto….

    La grafica è molto carina e la parte interna è davvero ben fatta, molto semplice e intuitiva. Mi sono iscritta da poco e ho cominciato a caricare un pò di oggetti…

    ditemi se vi piacciono…

    http://www.misshobby.com/stores/2dipicche-garbage-design/items

    Ps. anch’io avevo il negozio su etsy e non compra quasi mai nessuno….secondo me non vale la pena…sono tutti americani e in effetti i costi di spedizioni sono elevatissimi !!! meglio allora misshobby.com che è in italiano con venditori e compratori italiani !!

    bax

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 2, 2010

    Alessia

    @ loredana e saretta:
    ciao e benvenute, però dai non barate, i vostri commenti li ho approvati adesso in contemporanea quindi li avete concordati prima di scriverli, dato che non potevate leggervi qui saretta e le offerte di negozi gratuiti sono state fatte DOPO l’articolo e dopo i commenti…

    Però per risposndere a tutte e due: le mie “critiche” non sono certo critiche distruttive, semmai sono critiche costruttive o note per chi gestisce il sito e penso che possano essere ORO per chi ha orecchie per intendere visto che un bel pò di esperienza sia su etsy che sul web che sul craft ce l’ho.

    Senza contare il fatto che la pubblicità che misshobby sta avendo da questo mio articolo è ORO pure lei visto il numero di visite giornaliere del mio blog per cui il mio aiuto a questo nuovo progetto credo di darlo al massimo e per testarlo, ovviamente, ho anche creato un negozietto con alcuni articoli, dai dai facciamo pace e non barate più che io ci tengo alla coerenza 😉

    Io tengo molto ai progetti italiani, credo che questo nessuno possa metterlo in dubbio, ma se quelli stranieri sono migliori bisogna prendere spunto nel modo giusto ed adattarli alla nostra realtà senza adombrarsi ma imparando da chi ne sa di più, non credete?

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 2, 2010

    Alessia

    @ emanuele:
    ciao Emanuele, terrò presente la tua offerta, per ora non ho 30 oggetti da mettere in vendita purtroppo 😉

    Spero che riuscirete a migliorare ogni giorno di più e se hai delle comunicazioni su nuovi servizi o migliorie puoi scrivermi e sarò felice di testarle e di fare un nuovo articolo di aggiornamento sui passi avanti del sito.

    @ Marika:
    avevo risposto ad una tua mail pubblicitaria chiedendoti maggiori informazioni su di voi (fondatori) e sul sito e sui progetti futuri per poter scrivere questo articolo in modo ancora più approfondito ma purtroppo non mi hai mai risposto 😥

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 2, 2010

    Alessia

    @ Camilla:
    ciao Camilla, tu che sei ancora più esperta di me su etsy hai notato delle cose che io invece non avevo notato, grazie infinite per averle divise con noi, mi sembrano molto interessanti.

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 2, 2010

    RedFenyx

    Anche a me lascia un po’ perplessa la mancanza di alcuni dati… Perdonatemi se la svista dovesse essere la mia ma… dov’e’ la partita iva?
    In quale camera di commercio si sono registrati per l’e-commerce?
    L’IVA come viene pagata allo stato italiano?
    Tralasciando il layout, molto simile ad Etsy.
    Lo slogan appartiene al sito americano, e volendo puntare ad una clientela italiana io sinceramente ne avrei pensato uno italiano e coperto (come d’altronde e’ quello di Etsy) da copyright. Soprattutto contando il fatto che abbiamo scoperto, tramite un articolo su vari blog, che gli italiani non sanno cosa voglia dire “handmade”, e soprattutto la maggior parte degli italiani semplicemente non parla inglese.
    Forse ci sono alcune lacune da colmare, ma spero che lo staff utilizzi questi suggerimenti per migliorare il servizio che offrono e per chiarire alcune nostre perplessita’.
    RF

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 3, 2010

    roberta

    ..bella discussione..ormai siamo diventate delle terribili signore del 2.0 e se capita qualche cosa superficiale o soltanto abbozzata diventiamo molto ma molto dure e critiche!
    Ho ricevuto anche io la stessa mail e contemporaneamente tu Alessia hai fatto il post che trovo utilissimo ed hai ragione quando dici che i prodotti esteri sono chiusi, finiti e quindi convincono di più. Io mi auguro che ormai a certi livelli non si facciano più le cose abbozzate..che non si facciano promesse da mantenere che si inizi a copiare bene piuttosto che in maniera incerta e poco convincente. Alcune di noi sono ormai ferratissime e hanno bisogno di prodotti funzionanti, con nuovi servizi che altri prodotti non hanno e spero con il tempo che progetti come questi vengano fatti nella migliore maniera possibile perchè non siamo delle stupide!!
    grazie Alessia il tuo è stato un ruolo utile e preciso..esattamente come te..donna del 2.0!
    brava
    ti abbraccio forte
    roberta

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 3, 2010

    Helena

    Mi piace che grazie a questo post sono intervenuti proprio i creatori del sito! perchè nonostante mi sia iscritta alla pagina di facebook non mi sembrava il modo più diretto per parlare con loro..spero servano tanto queste “critiche” per rendere questo sito appena nato ancora più bello e pieno di nostre creazioni!! E spero anche nel filo diretto con i creatori del sito, è utile sia per noi che per loro, in modo da poter tutte contribuire a questo sito e dargli sempre più risalto!! Se fossi in emanuele e Marika ascolterei subito tutto quello che avete da dire soprattutto voi venditrici di etsy, io mi tiro fuori perchè ho fatto solo una vendita, e infatti anch’io spero in questo sito, ho già deciso di metterci qualcosina!!

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 3, 2010

    Désirée

    Bene, dico anch’io la mia perché questo post capita a fagiolo.
    Infatti solo pochi giorni fa giravo tra etsy e dawanda per rendermi ben conto di dove mi convenisse poter aprire uno spazio online visto che ne avrei l’intenzione. Proprio in quel frangente controllando le e-mail trovo un invito su misshobby. Naturalmente mi colpisce subito, prima perché ho pensato fosse un “segno divino” 😀 e poi perché, come immagino tutte voi, vedere dei progetti potenzialmente interessanti, anche se fortemente simili ad altri già esistenti, che nascono in italia mi fa piacere. Ho dato un’occhiata e i dubbi sono venuti anche a me, però principalmente per una questione di convenienza, se si cerca di vendere attraverso un sito la visibilità di quel sito è importante.
    Però per poter giudicare bene avevo bisogno dell’opinione di chi ha più esperienza di me e questo post con i vostri commenti sono utilissimi.
    Grazie ad Alessia che è sempre pronta a mettere sotto la lente le novità, con il proposito immagino, a differenza di quanto si è scritto, di confrontarsi, di poter trovare soluzioni o, come in questo caso, di poter aiutare a costruire un prodotto valido.
    Comunque ho ancora tanti dubbi, anche tra etsy e dawanda, spero che continuate a commentare così magari potrete aiutarmi a dissiparli… 😉

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 3, 2010

    Alessia

    @ Désirée:
    eh su dawanda sono del tutto ignorante, nel senso che immagino sia anche lui molto simile a etsy ma non ho idea del bacino di utenza (immagino inferiore rispetto a etsy ma molto maggiore a qualsiasi progetto completamente italiano) e del tipo di visibilità che offre, anzi anche a me farebbero comodo dei commenti.

    Purtroppo la visibilità di un progetto tutto italiano è fortemente limitata dalla lingua (però misshobby è anche in inglese e questo è un punto a suo favore) e dalla poca importanza che noi italiani diamo all’arte ed all’artigianato, in pratica ci limitiamo da soli dando importanza alle cose fatte in serie e non agli oggetti unici creati con la mente e con il cuore, ma di questo ne riparlerò in un articolo dedicato, intanto voi dite la vostra 😉

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 3, 2010

    emanuele

    Ragazze !! Calma….Misshobby.com vuole essere un progetto europeo e ci sono dietro parecchi soldi e investimenti. Nessuno qui è improvvisato, sono il fondatore di uno dei fondi di investimento internet in italia e ho svariati progetti con ml di utenti….giusto per darvi un’idea, iobloggo.com (4 ml di utenti mese) irisblog.it (500.000 utenti unici mese) molti altri ancora. Quando comprate online un biglietto per un concerto in italia o un volo aereo, spesso ci sono dietro io a quei progetti.

    quindi qui nessuno è improvvisato….il sito è appena partito, accetto le critiche molto volentieri…e vi dico che quando si lancia un sito non si parte mai al 100% completi, altrimenti non si parte più….è come una casa….le rifinitur si fanno alla fine….

    State pure certe, che nei prossimi giorni vedrete il portale crescere contro ogni vostra aspettativa e diventare il punto di riferimento in europa.

    con questo concludo…

    emanuele

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 3, 2010

    Alessia

    @ emanuele:
    qui stiamo dialogando per cercare di capire e di offrire a misshobby le nostre idee, non posso parlare per chi ha commentato ma per quanto riguarda me quando parlavo di “improvvisazione” non mi riferivo ad improvvisazione nel senso di pochi soldi o poca esperienza nel campo del web in generale, semmai parlavo di poca esperienza in campo craft e servizi esteri di questo tipo, non credo che voi fondatori abbiate potuto testare dall’interno (sia come venditori che come acquirenti) etsy, dawanda, ecc. (perchè ce ne sono anche altri 😉 ) ed è proprio per questo che credo vi possano essere utili le nostre note ed osservazioni, che non sono una “sentenza” ma solo degli appunti per quello che vediamo adesso.

    E’ molto bello che tu sia venuto qui a leggere e rispondere e speriamo tutte di vedere prestissimo le novità, io personalmente sono molto curiosa e anche con i miei problemi attuali di collegamento cerco di andare ogni giorno sui siti che mi interessano e tra questi c’è anche misshobby.

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 3, 2010

    nex

    @emanuele
    Ciao Emanuele sono Nex, il marito di Barbara alias Mammafelice.
    Complimenti innanzitutto per l’iniziativa: era un portale che in Italia molti aspettavano e noi stessi avevamo analizzato la possibilità di realizzarlo, ma abbiamo rinunciato dopo l’analisi perchè richiedeva risorse finanziare e di tempo di cui non disponevamo (anche se avevamo la visibilità di mammafelice e le mie competenze di analista programmatore).
    So che non siete improvvisati: l’ho visto dal tuo portfolio. Però perchè uno deve fare una query whois per sapere che si tratta di un progetto Moai Capital Group s.r.l. / Ateapick s.n.c. ?
    E’ difficile pensare che la gente si fidi se non dite: chi siete, da dove venite, come comunicare con voi: cose che secondo me non sono rifiniture, ma fondamenta.
    Inoltre secondo me dovreste fare in modo che il canale ufficiale di comunicazione con voi non sia un post di un blog, anche se stimato e apprezzato, ma un helpdesk o una email a cui rispondete prontamente, o meglio ancora un gruppo di discussione in cui le segnalazioni di bug e inefficienze non siano visti come critiche ma come una risorsa utile e gratuita che vi permette di migliorare il prodotto e quindi incrementare il vostro business.

    In ogni caso complimenti per aver saputo mettere in pratica l’idea e in bocca al lupo 🙂

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 3, 2010

    emanuele

    Ciao a tutti,

    Visto che ormai questo blog, con i suoi commenti è diventato una sorta di forum aperto, vi propongo una cosa…e in particolare ad alessia che è la proprietaria del blog.

    Vorrei condividere con voi le nuove funzionalità che stiamo sviluppando per misshobby e se siete d’accordo, potete proporci tutto quello che in etsy non trovate e che desiderate…e per quanto possibile inseriremo le vostre richieste nella roadmap di prodotto.

    Chiedo ad Alessia se può fare un nuovo post, chiedendo alla lettrici proprio quello che vorrebbero fosse sviluppato per loro su misshobby e allo stesso tempo dirci cosa ne pensate delle cose che sono in produzione.

    Ecco i prossimi passi di Misshobby:

    1) il portale sarà tradotto in 5 lingue, comprese categorie etc…

    Spagnolo
    Francese
    Tedesco
    Russo
    Portoghese(brasile)

    2) A breve sarà inserita la guida con tutte le spiegazioni del caso, dateci ancora una due settimane, perchè il lavoro è davvero corposo. Una volta online con la guida potrete richiedere di specificare meglio gli aspetti che vi sono poco chiari.

    3) In settimana inseriremo la pagina “chi siamo” nonchè la società proprietaria di misshobby (misshobby srl) con relativa partita iva.

    4) aggiungeremo un modulo per contattare direttamente il team di sviluppatori per feedback e helpdesk

    Queste sono le cose immediate….mentre queste riguardano i nuovi sviluppi che saranno pronti credo per fine gennaio/febbraio

    1) Un magazine interno, dove ogni venditrice o utente registrato potrà scrivere un articolo, allegando al testo (3) prodotti del proprio negozio per sponsorizzarli gratuitamente. infatti, l’articolo sarà indicizzato da google e porterà traffico direttamente sull’articolo e su i prodotti del venditore che ha scritto quell’articolo.

    2) un forum, anche qui con le stesse categorie della vendita aperto a tutte le venditrici o dove quest’ultime potranno creare e scambiarsi materiali, schemi, esperienze etc….
    Anche qui, ogni commento o testo che inserirete nel forum potrà essere corredato da (2) prodotti del venditore, in modo da indicizzarsi su google e portare traffico al sul personale negozio.

    3) integrazione con facebook e twitter. Ogni venditrice alla fine dell’inserimento di un items potrà condividerlo su facebook o su twitter oppure farlo in un secondo momemnto, per singoli oggetti o per gruppi di oggetti.

    4) widget per il proprio blog personale, customizzabile con colori e logo, dove inserire i prodotti del proprio negozio di missobby, da inserire nel proprio blog e permettere la vendita diretta dal proprio blog. In sostanza è come se ogni blogger potesse aprirsi nel suo blog uno spazio di vendita sicuro.

    5) un social network interno, ossia una serie di funzioni per diventare amica o fan di altre venditrici, creare gruppi, condividere ogni cosa, e aggiornare il proprio status, simile a facebook

    Futuro:

    Questo ve lo chiedo direttamente: ci piacerebbe creare la possibilità di aprire diversi tipi di negozio, con tante caratteristiche diverse a diversi prezzi, ma non sappiamo se questo possa essere utile.

    Esempio: una venditrice potrà aprirsi un negozio, con proprio dominio, poter cambiare completamente il layout del proprio store come se non fosse dentro misshobby: per darvi un idea una cosa del genere: http://www.shopify.com/

    il costo del negozio partirebbe dai 10 euro mese, per il base a salire con le varie funzioni aggiunte…

    ditemi cosa ne pensate ??

    spero di aver dimostrato massima disponibilità a collaborare con voi, per rendere misshobby anche un pò vostro…

    emanuele

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 3, 2010

    Camilla

    Ciao Alessia,
    grazie, mi fa piacere far parte di questa discussione. Io su Etsy ci sono da un bel po’, anche se devo dire che il mio impegno come venditrice è molto poco, avendo io un altro lavoro full time, e i risultati scarsi purtroppo lo dimostrano. Però sono tra le fondatrici del team italiano, con il quale cerchiamo di promuovere il più possibile le nostre artiste e artigiane per cercare di dare loro la maggior visibilità possibile e devo dire che qualche risultato c’è stato (Frontpage, Voter, siamo riuscite ad avere anche uno spazio sul Virtual Lab un paio di volte).
    Il bello del progetto di misshobby è appunto il fatto che ci dia la possibilità di avere un mercato solo italiano (più concentrato) e quindi maggior accesso ad una clientela nazionale. Sicuramente per molte di noi sarà più facile vendere lì che su Etsy quando il progetto sarà ben avviato.
    E’ molto generosa l’offerta degli amministratori che danno la possibilità di avere un account gratuito ai lettori di questo blog, ma io continuo a restare titubante. Spero che leggano le critiche mosse in maniera costruttiva e che rispondano più precisamente alle questioni poste, soprattutto in materia di partita iva e per quanto riguarda lo slogan copiato, che mi è parsa una svista un po’ eccessiva per un sito che si vuole proporre in modo così serio.
    A presto!

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 3, 2010

    Alessia

    @ emanuele:
    colgo l’invito con molto piacere e entro la settimana mi impegno a pubblicare il nuovo post in cui parlare di quello che ci piacerebbe trovare, girerò anche l’invito ai membri dell’etsy team italiano (fallo pure tu Camilla 😉 ) così cerchiamo di sviluppare una bella discussione approfondita.

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 4, 2010

    Jana

    Ciao Ale, sarebbe bello un sito tipo etsy tutto italano. Si certo … era forse meglio prima preparare tutto bene – tutte pagine e funzioni e poi aprirlo. Ma comunque sono all’nizio e come sappiamo – tutti l’inizi sono difficili. Io auguro a MissHobby che sara presto un sito molto visitato con tanti venditori e tanti acquirenti. Anche da noi in rep.ceca c’e sito tipo etsy http://www.fler.cz Ma quello e gia tanto che funziona ed e moooolto visitato. Grazie Ale per articolo xoxo

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 5, 2010

    roberta

    @ emanuele:
    Ciao Emanuele…se ci fosse la possibilità di visualizzare il negozio su Fb come Artfire ti permette di fare io inserirei subito i miei prodotti su MissHobby…appena lo fate avvisami!
    grazie questo sembra un open source..in realtà è semplicemente 2.0 che per molte di noi è diventato consuetudine!
    grz per l’impegno e aspettiamo le novità
    roberta
    “le Scarpine di Sveva”

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 5, 2010

    emanuele

    Cara Roberta,

    Cercheremo di farlo nei prossimi mesi sicuramente è in programma un’applicazione per facebook !! ad oggi stiamo lavorando per implementare molte cose che ci sono state dette nei commenti di questo e di altri blog per venire in contro a tutte voi….

    sono molto contento che si sia instaurato un rapporto di collaborazione così stretta…noi prendiamo appunti di tutto e piano piano cerchiamo di regalarvi tutte le funzioni che desiderate !!!

    in soli 10 giorni dal lancio sono oltre 1000 le venditrici che cominciano a caricare oggetti su misshobby e le pagine crescono di giorno in giorno…

    presto vederete gran parte delle modifiche che avete richiesto !!

    un saluto a tutte

    emanuele

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 5, 2010

    Alessia

    @ emanuele:
    ho scritto il post sulle idee questa mattina e già sono uscite cosine interessanti, questa volta più che sul futuro su quello che c’è già, bug & c. 😉

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • […] di servizio. Ma andiamo con ordine. Stamattina, nel mio feed, è arrivato un post della mitica Alessia riguardo un fantomatico Etsy italiano. Ne parla bene ma ne evidenzia anche (e giustamente, direi) […]

  • gennaio 7, 2010

    emanuele

    Tutte le cose che avete richiesto nei vostri commenti sono state sistemate…..

    ora anche i banner dei negozi funzionano correttamente….siamo al 7 di gennaio…un vero record con le vacanze….siete state ascoltate in tutto….

    un abbraccio a tutte !!

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • […] aver parlato già due volte di MissHobby in MissHobby, l’alternativa italiana a Etsy per vendere craft? e  MissHobby: cosa vorremmo trovare? Apriamo un dibattito ecco che ne scrivo ancora un mesetto […]

  • febbraio 16, 2010

    Miss

    Mah…devo dire che il sito è abbastanza scadente… basta solo dire che non rispondono nemmeno con le cannonate a delle richieste tecniche!E non chiedevo la risposta in giornata…ma non è arrivata nemmeno dopo un mese!

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • febbraio 25, 2010

    daniela cerri

    Cara Alessia, approfitto del tuo spazio per dirti che io e il mio socio siamo in dirittura d’arrivo, la nostra è un’ulteriore alternativa agli e-commerce che tutte noi conosciamo, i primi di marzo potrete considerare anche questa possibilità, per saperne di più potete visitare il mio blog: http://danielacerri.blogspot.com, nel primo post vi sono tutte le indicazioni per poter valutare, ti abbraccio!!! Dan

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • febbraio 25, 2010

    daniela cerri

    Grazie ancora per tutte le informazioni e per il tuo prezioso impegno, un abbraccio, dan

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • febbraio 25, 2010

    Alessia

    @ daniela cerri:
    Dani se vuoi fornirmi altre info sarò ben lieta di fare un articolo su questa tua nuova idea 😀

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • febbraio 25, 2010

    daniela cerri

    Cara Alessia sei molto gentile, per noi (io e francesco) è molto importante una volta online ricevere sincere critiche, tu lo sai sono una creativa e la nostra idea nasce prima di tutto dall’entusiasmo di avere incontrato persone speciali sia all’interno dei blog sia in fb, sia alle fiere a cui partecipo. Abbiamo pensato a un sito. Persone che secondo noi si meritano un veicolo preciso, usciremo con il nostro comunicato stampa i primi di marzo sui quotidiani e rai 3 neapolis tra un mesetto. Graficamente è molto semplice con spazi dedicati, come ti avevo scritto nel mio precedente messaggio puoi vedere nel mio blog il primo post dove sono indicate alcune informazioni, ora ti scrivo una mail per fornirti il comunicato stampa e alessia davvero ti ringrazio per la sensibilità e la generosità che dimostri sempre, dan

    <<  |  <  |  Rispondi  |  Quota

Lascia il tuo commento! ♥