Lavoretti con i bambini: distintivi dei bimbi buoni

Sono un po’ di settimane che mi riguardo “SOS Tata” in attesa che cominci la nuova serie, in realtà devo arginare a tutti i costi la vivacità dei miei figli (due maschi di 5 e 6 anni, per chi ancora non lo sapesse) e sto cercando spunti di tutti i tipi!

Qualche settimana fa mi è venuta l’idea di preparare dei “distintivi dei bimbi buoni”, anzi l’idea iniziale prevedeva anche i “distintivi dei bimbi cattivi”, per ora ho cominciato con questi e poi vedrò se sarà il caso di fare anche gli altri due 😉

Se vi ricordate non è la prima volta che io ed i miei mostrilli ci cimentiamo con i distintivi, ne avevo fatto un altro in Lavoretti festa della mamma: il distintivo e questa volta i materiali sono solo leggermente diversi.

Lavoretti con i bambini: distinitivi dei bimbi buoni

Ingredienti:

– cartoncino di riciclo (ottimo quello delle scatole di merendine, bianco e liscio da una aprte e grigio e ruvido dall’altra

Seguimi anche su Facebook:

– pennarelli colorati e pennarello nero indelebile

– gomma e matita

– forbici e forbici creative

– colla per carta e cartone

– colla attaccatutto

– anello di gomma (i miei sono i miei anelli contraccettivi riciclati!)

– spille

Lavoretti con i bambini: distinitivi dei bimbi buoniLavoretti con i bambini: distinitivi dei bimbi buoni

Ho segnato i margini dell’anello di gomma sul cartoncino (dalla parte bianca) con la matita, poi ho chiesto a uno dei miei figli (l’altro è ospite dai nonni 😉 ) di disegnare un bambino.

GUARDA ANCHE:   Estate e spiaggia: trousse e portamonete faidate di plastica PET

Poi ho ritagliato il margine esterno segnato con la matita, usando le forbici creative e tenendomi leggermente più larga rispetto al cerchio che avevo tracciato.

Il mio figlio pelandrone non aveva voglia di colorare, quindi ho dovuto farlo io!

Poi ho scritto “BIMBO BRAVO” sopra e sotto all’omino e ho ritagliato dal cartone un altro ovale un po’ più piccolo, l’ho colorato con il colore della corona anteriore e l’ho incollato sul retro del distintivo per renderlo più robusto.

Ho incollato l’anello trasparente sulla parte anteriore (io ho usato l’attaccatutto al cianacrilato che incolla qualsiasi cosa in modo molto tenace, ma attenzione a maneggiarlo con finestre aperte e lontano dai bambini perché è piuttosto tossico!) e poi la spilla sulla parte posteriore (sempre con la colla al cianacrilato) ed ecco pronti i miei distintivi, uno per mostrillo (per premiarli se e quando faranno i bimbi bravi…)!

P.S. sono mesi che cerco idee per riciclare gli anelli contraccettivi, finalmente sono riuscita ad usarne due, ma in rete per ora non si trova niente sull’argomento neppure oltreoceano 🙁 questo si che è “riciclo spinto” :mrgreen:

Guarda anche:

GUARDA ANCHE:   Esperimenti con la plastica riciclata: è difficile fare un cuoricino
Copyright © Alessia Gribaudi Tramontana

Vuoi pubblicare il mio craft sul tuo blog? Puoi ripubblicare i contenuti di questo post solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale, cioè puoi prendere UNA SOLA foto e un piccolo estratto di testo aggiungendo sempre un link cliccabile al mio articolo. Grazie.

Sono la felice proprietaria di alcuni blog, troppe passioni e di una famiglia di “tipi da spiaggia”!

4 Commenti ♥

  • settembre 17, 2010

    mina

    complimenti per la tua creatività!

    >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • settembre 17, 2010

    carmen

    Ciao Alessia, anch’io seguo “S.o.s. tata”, un programma davvero carino e interessante (nonostante i miei figli siano ormai grandi!)
    Trovo molto positiva l’idea del distintivo-premio, e complimenti per la tua creatività e per il tuo blog!
    Carmen

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • settembre 17, 2010

    BarbaraSpeedy

    Che forza!!! :mrgreen:

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • settembre 17, 2010

    supermamma

    fammi sapere se funzionano anche io ho due maschi così poi ci provo anch’io 🙂

    <<  |  <  |  Rispondi  |  Quota

Lascia il tuo commento! ♥