Filare la lana tutorial: come farsi il fuso in casa

Ebbene si ho una nuova passione da aggiungere a tutte le altre: la filatura della lana e delle fibre in genere!

E’ "colpa" delle splendide matasse che vedo in giro per la rete, molte filatrici (che filano di tutto!) sono straniere ma anche in Italia ce ne sono di brave, in particolare Stefania della Matassa Ultravioletta e tutte le iscritte al gruppo "filo di lana".

Grazie a loro sto cercando di imparare a combinare qualcosa e come primo esperimento non ho potuto evitare di provare ad auto-costruirmi il fuso, uno strumento tanto antico quanto semplice.

Con pochissime cosine ultra economiche me lo sono costruito ed ho pensato di condividere il tutorial qui sul blog, così chi vuole provare ha una risorsa anche in italiano.

il fuso auto-costruito

Ingredienti:

Seguimi anche su Facebook:

– tondello in legno (il mio è di faggio) da 8 mm, lungo 25-30 cm.

– gancio a vite da 25 mm

– ruota in legno da 50-60 mm di diametro (circa)

– trapano a mano o elettrico con punta da legno da 8 mm

gli ingredienti per costruire il fuso

il mio fuso visto anteriormente

La costruzione del tutto è davvero semplicissima, prima di tutto bisogna forare il centro della rondella di legno con il trapano, ad una estremità del tondello in legno bisogna avvitare il gancio a vite (che è autofilettante quindi si avvita tranquillamente a mano facendo attenzione a infilarlo bello dritto in modo da non spaccare il legno)

L’ultima cosa da fare è infilare il tondello nella rondella dalla estremità opposta rispetto a quella con il gancio in cima e far scorrere fino a circa 3 cm. dall’estremità opposta (quella con il gancio).

Il fuso è già pronto, il mio è lungo 25 cm e la ruota ha un diametro di 50 mm, il peso totale è di 27 grammi ed il costo totale del materiale che serve per costruirne uno è di 1,175 euro…

Qui sotto ho messo un video che spiega come si fila con il fuso, è quello più semplice e chiaro che ho trovato, prestissimo cercherò di farvi vedere i primi esperimenti di filato di lana per poi provare a filare fibre strane 😀

Copyright © Alessia Gribaudi Tramontana

Vuoi pubblicare il mio craft sul tuo blog? Puoi ripubblicare i contenuti di questo post solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale, cioè puoi prendere UNA SOLA foto e un piccolo estratto di testo aggiungendo sempre un link cliccabile al mio articolo. Grazie.

Sono la felice proprietaria di alcuni blog, troppe passioni e di una famiglia di “tipi da spiaggia”!

15 Commenti ♥

  • maggio 27, 2010

    mina

    Troppo forte! complimenti

    >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • maggio 27, 2010

    elisabetta

    ehehehe che bella questa avventura della filatura! sono felice di iniziarla con te!!! il gruppo filo di lana è stata una fortuna averlo trovato… sono cosi disponibili e carine le iscritte!!
    In attesa di ricevere il mio fuso studio i video su youtube… e prima o poi proverò anche io a costruirmelo da me!!
    Il tuo è stupendo, molto professionale :mrgreen:

    baci eli

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • maggio 27, 2010

    cRiSTiNa

    Nooo! Che spettacolo il tuo fuso! Io sono decisamente una frana con lana e filati, ma resto incantata di fronte a certi lavori: seguirò con interesse la tua evoluzione anche in questo campo, che (non ho dubbi!) ti porterà ai consueti risultati: bellezza ed originalità!
    Senti, ma… dici che anche con un fuso fai-da-te, se ci si punge, si cade profondamente addormentate in un sonno lungo 100 anni?! :mrgreen: Mi sa però… che con il gancio a vite pungersi sarà un po’ difficile! Eh-eh!

    Un bacio, alla prossima!
    cRiSTiNa

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • maggio 27, 2010

    enrica

    Ma tu ne sai una più del diavolo Ale? sono proprio curiosa di sapere cosa combinerai con questi nuovi esperimenti 😛

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • maggio 27, 2010

    barbara

    troppo bello! è una cosa che mi a sempre affascinato. grazie per il tutorial!^_^

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • maggio 27, 2010

    Alessia

    Grazie care :mrgreen:
    @ cRiSTiNa:
    Oddio, se succede speriamo che poi arrivi il principe per il consueto bacio-sveglia etc. 😆

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • maggio 27, 2010

    Rox

    Io ho quello della nonna. Mi ricorda la storia della Bella Addormentata. 😀

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • giugno 3, 2010

    elisabetta

    Come proseguono le prove di filatura??

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • settembre 24, 2010

    elisagurumi

    😯 😯 😯
    ok, sono definitivamente pazza!! fino a ieri avevo la fissa di colorare la lana con ingredienti naturali.. oggi, grazie a te, ho deciso che filero pure :D!!

    GRAZIE!

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • dicembre 16, 2010

    Liana

    che brava!ma dove hai trovato il materiale necessario per realizzarlo?
    hai fatto esperimenti anche con filati strani?
    scusa le mille domande ma l’argomento è interessantissimo!
    Davvero complimenti !!!!

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • gennaio 3, 2011

    maria antonia

    carissima è troppo forte questo modo di filare la lana,grazie per la condivisione ciao maria antonia

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • […] Vi ricordate quando vi ho raccontato Filare la lana tutorial: come farsi il fuso in casa? […]

  • […] filare abbiamo utilizzato un fuso autocostruito, secondo le indicazioni di Alessia. I materiali li avevamo già in casa, più o meno…. Abbiamo utilizzato infatti le ruote e i […]

  • […] Se non lo si vuole comprare, è possibile creare anche da sole un fuso (come possiamo leggere qui ), ma il rischio di combinare un pasticcio è elevato. Non tutti i fusi sono uguali e la perfezione […]

Lascia il tuo commento! ♥