Scuola uncinetto per negati: come scegliere l’uncinetto giusto

come scegliere l'uncinetto giusto? Inizio subito col dire che l’uncinetto giusto NON esiste!

Su qualche libro si trovano delle tabelle ma non sono affidabili, la scelta dell’uncinetto dipende da molte variabili e il tipo di filato è solo una delle tante, le altre sono scollegate da questo aspetto e sono molto soggettive, in particolare la tua mano, cioè la tensione abituale con cui lavori ed il risultato che vuoi ottenere sono le più importanti.

Per cominciare basta un uncinetto medio diciamo dal 2 e mezzo al 3 e mezzo o 4 ed una lana medio-fine oppure un cotone medio, per cercare di capire com’è la tua mano sono più che sufficienti, però se decidi che l’uncinetto fa per te e vuoi approfondire la cosa migliore è comprare una gamma completa o quasi di uncinetti.

Di solito vanno dallo 0,75 fino al 12, questi numeri che li identificano sono i millimetri di diametro, però ci sono uncinetti vecchi o che provengono da produttori esteri che possono avere dei numeri strani che non corrispondono alla nostra numerazione.

Trovare velocemente l’uncinetto giusto è soprattutto questione di prove e di esperienza  😉

Guarda anche:

GUARDA ANCHE:   Guest Post: come fare un gilet o un vestitino all'uncinetto per bambini e neonati
Copyright © Alessia Gribaudi Tramontana

Vuoi pubblicare il mio craft sul tuo blog? Puoi ripubblicare i contenuti di questo post solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale, cioè puoi prendere UNA SOLA foto e un piccolo estratto di testo aggiungendo sempre un link cliccabile al mio articolo. Grazie.

Sono la felice proprietaria di alcuni blog, troppe passioni e di una famiglia di “tipi da spiaggia”!

8 Commenti ♥

  • ottobre 23, 2009

    Ilaria

    Ciao Alessia, post a fagiuolo 😉 Ero proprio intenzionata a dotarmi di un set di uncinetti (+ quello tunisino che mi intriga assai). Mi tentano molto quelli in bamboo. Tu quali usi? A presto!

    >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • ottobre 23, 2009

    Alessia

    ciao Ilaria 😀
    Io fin’ora ho provato quelli in acciaio, quelli in alluminio e quelli in plastica, i miei preferiti sono quelli in acciaio anche se nei numeri grandi sono più pesanti, al secondo posto quelli in alluminio e proprio all’ultimo la plastica che trovo scomodissima perchè spesso i filati non scorrono bene.

    Quelli in bambù non li ho ancora provati ma sto meditando l’acquisto di uno o due set, cioè uncinetti normali + quelli tunisini, mi sembrano bellissimi e leggerissimi 😉

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • ottobre 24, 2009

    CLA

    ciao alessia…sei proprio brava…davveros tupendo il blog, ci sono capitata casualemente e mi sono innamorata del tuo bangle coperto di lana di feltro….mi insegneresti che provo a fare uno anche per me…??mi mandi una email per favore?grazie di cuore cla

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • ottobre 24, 2009

    Alessia

    ciao CLA, benvenuta sul mio blog e grazie per i complimenti 😀
    Non posso spiegare ogni cosa che realizzo perchè non ne ho il tempo, ne ho poco poco e non posso mandare spiegazioni via mail a chiunque me lo chieda, per questo preparo una selezione tutorial con le foto e le spiegazioni il più dettagliate possibile, ma “su ordinazione” e via mail non ce la posso fare 🙄
    Anche se non saranno uguali ai miei il mio consiglio è di sperimentare tu con materiali e procedimenti personali, non è questo il bello di creare? 😉

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • febbraio 10, 2010

    Stefano

    Interessante: è incredibile, questo blog è una miniera di informazioni! Almeno so che gli uncinetti si misurano in mm…
    Ma quanto costano un paio di uncinetti?

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • febbraio 10, 2010

    Alessia

    Dipende molto fatti un giretto se hai tempo e chiedi i prezzi, diciamo che se lin trovi a 2-3 euro cadauno è un buon prezzo, ti consiglio di evitare quelli in plastica, scorrono poco e lavorare diventa più difficile…

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • febbraio 10, 2010

    Stefano

    Sei gentilissima, grazie 1000.

    <<  |  <  |  >  |  >>  |  Rispondi  |  Quota
  • […] imparare a scegliere l’uncinetto giusto per ogni filo è proprio il primissimo passo, non è difficile e dopo poco tempo sarà l’intuito […]

Lascia il tuo commento! ♥

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.